27 Novembre 2013

Uso dispositivi mobili in Italia: dipendenti indisciplinati e aziende distratte

Secondo una ricerca svolta da Kroll Ontrack, oltre l’80% dei dipendenti utilizza il device aziendale per scopi strettamente personali. Nel 27% l’utente perde il controllo del mezzo. I figli, grandi fruitori. Si gioca e si scaricano app. La maggioranza del

Milano, 27 novembre 2013 -  Crisi o non crisi, l’azienda italiana si dimostra al passo con i tempi e attenta nell’innovare gli strumenti tecnologici messi a disposizione dei propri dipendenti come benefit. Ma questo quadro, emerso da una recente indagine svolta da Kroll Ontrack proprio sul rapporto che le aziende italiane hanno con i dispositivi mobili, ma soprattutto sulle attitudini e comportamento dei loro dipendenti, appare a tinte chiaroscure. Risultato? Il dato aziendale non viene quasi mai adeguatamente tutelato.

Con lo smartphone aziendale faccio ciò che voglio...
Sia esso notebook, smartphone o tablet, il 75% delle strutture prese in esame* fornisce un dispositivo alle proprie risorse umane, segno che l’uso della tecnologia mobile è diventato quasi imprescindibile per il corretto svolgimento delle attività lavorative. E non solo. Infatti, secondo l’indagine, l’83% degli intervistati dichiara di utilizzarlo anche per questioni strettamente personali.

Ma quali sono gli ambiti? Al primo posto troviamo la navigazione in Rete e la consultazione della posta elettronica (96,7% e 94,6%) seguite dall’archiviazione di materiale fotografico (35,2% dei casi) o per attività più ludiche come il gioco, guardare film o ascoltare musica (27,2%). Il 69% degli intervistati afferma, in aggiunta, di scaricare programmi o applicazioni sul proprio device. Il dipendente, inoltre, non è di certo l’unico fruitore. Infatti, il mezzo viene liberamente lasciato in mano soprattutto ai figli (22%), ma anche coniugi e compagni. Ciò a spiegare che nel 27% dei casi si perde il controllo del mezzo. Un dato allarmante in più emerge dal fatto che il 20% del campione ha ammesso di essersi trovato a fare i conti con lo smarrimento, il danneggiamento o non funzionamento del dispositivo che gli è stato messo a disposizione dall’azienda.

...tanto la mia azienda non controlla
Se il dipendete o collaboratore è indisciplinato, l’azienda cosa fa per tutelare i proprie mezzi e le informazioni? Poco. Infatti, il 57% delle imprese non pone o non comunica adeguatamente regole o limitazioni specifiche per l’uso, mentre il 37% non impiega neanche una soluzione di sicurezza. In questo panorama una  riflessione andrebbe fatta a partire dal risultato che dimostra che le aziende non solo non sono minimamente in grado di controllare ma neanche di quantificare l’entità di un danno eventualmente provocato dall’uso scorretto dei dispositivi affidati ai loro dipendenti. (nel 48% dei casi)

*Caratteristiche del campione
Il campione analizzato è formato da dipendenti di aziende di tutte le dimensioni con prevalenza della piccola media impresa (72,7%) e a seguire da quella grande (18%), dislocate sul territorio italiano al 57,7% al nord e 42,3% tra centro e sud e appartenenti ai settori dell’IT e delle telecomunicazioni, delle banche e assicurazioni, della Pubblica amministrazione, sanità e farmaceutica, energia, industria e servizi.

***

Kroll Ontrack Srl
Kroll Ontrack è leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura dei dati e computer forensics. Attraverso l’utilizzo di moderne tecnologie, innovativi software e numerosi tool proprietari, Kroll Ontrack è in grado di affrontare casi di recupero dati da qualunque tipo di supporto, come hard disk, drive a stato solido, sistemi RAID, memory card, USB key e molti altri dispositivi. Kroll Ontrack è presente in Italia dal 2002, la sede si trova a Gallarate (VA) dove è ubicata anche la camera bianca, l’unica  professionale in Italia per il recupero dei dati. Country Director  è Paolo Salin. A livello internazionale Kroll Ontrack, con sede a Eden Prairie (Minnesota), opera in oltre 20 Paesi del mondo attraverso più di 30 uffici. Kroll Ontrack ogni anno effettua oltre 50.000 operazioni di recupero dati, offrendo ai clienti servizi di elevata qualità in 13 differenti lingue. Le principali soluzioni software sviluppate dalla società sono: Ontrack® EasyRecovery™ (per il recupero dati), Ontrack® PowerControls™ (nelle versioni per il mailbox management in Microsoft® Exchange Server e per il  document recovery in Microsoft® SharePoint® Server), Ontrack® Eraser (per la cancellazione sicura dei dati). La tecnologia brevettata Ontrack Data Recovery Remote Services, inoltre, permette il recupero dei dati in remoto. Per ulteriori informazioni: www.krollontrack.it; www.ontrackdatarecovery.it 

Kroll Ontrack Inc.
Kroll Ontrack offre soluzioni software e servizi all’avanguardia per assistere studi legali, organizzazioni pubbliche, aziende private e utenti finali nelle attività di recupero, ricerca, analisi e presentazione dei dati. Oltre ad una gamma completa di software, Kroll Ontrack offre servizi di data recovery, cancellazione sicura dei dati, electronic discovery e document review. Kroll Ontrack è una società controllata da Altegrity, azienda leader nelle soluzioni per la gestione delle informazioni. Per ulteriori approfondimenti a livello internazionale su Kroll Ontrack e la sua offerta www.krollontrack.com