3 Aprile 2012

Kroll Ontrack ha sviluppato tecniche uniche in grado di migliorare significativamente il recupero dei dati dai dispositivi a stato solido

Milano, 3 aprile 2012 – Kroll Ontrack – azienda leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura e computer forensics – ha sviluppato tecniche uniche, proprietarie, in grado di migliorare significativamente la qualità del recupero dati da drive allo stato solido (SSD). Gli ingegneri di Ontrack Data Recovery sono infatti riusciti a superare una serie di problemi tecnici associati ai supporti flash.

Il recupero dati da nuovi tipi di dispositivi è generalmente un processo estremamente laborioso a causa della necessità di effettuare delle ricerche sugli algoritmi utilizzati per il salvataggio dei dati. In precedenza, il recupero dati da dispositivi SSD era significativamente più lungo rispetto a quello di altri tipi di dispositivi. Le nuove tecniche di Kroll Ontrack automatizzano molti dei processi coinvolti, permettendo così un recupero migliore e più veloce per questo mercato in rapida crescita.

“Gli SSD hanno capacità di memorizzazione più ampie rispetto ad altri dispositivi flash e il costo per gigabyte si sta abbassando rapidamente” commenta Paolo Salin, Country Director di Kroll Ontrack Italia. “Di conseguenza, aumenta l’uso degli SSD nei data center e nei dispositivi personali, come il valore dei dati in essi contenuti. Lo sviluppo di specifiche competenze per il recupero dati da dispositivi SSD sottolinea l'impegno di Kroll Ontrack nell'esplorare tecniche di data recovery per i più recenti e interessanti dispositivi di storage e assicura che le nostre capacità siano in linea con i bisogni dei nostri clienti”.

Una delle complessità del recupero dati da dispositivi a stato solito è il cosidetto wear leveling. Il wear leaving è una tecnica che bilancia l'utilizzo del dispositivo per assicurare la massima durata del supporto, dal momento che gli SSD generalmente hanno un numero finito di letture/scritture prima di diventare instabili. Tuttavia, nell'eventualità di un problema al supporto, il wear leveling rende il recupero estremamente time consuming poichè è necessario rimettere insieme i dati.

“I dispositivi a stato solido presentano diverse sfide per gli specialisti di recupero dati” continua Paolo Salin. “Negli hard disk tradizionali, i dati rimangono nella stessa posizione fisica sul disco. La situazione con gli SSD è molto più complicata, in quanto la posizione dei dati cambia ogni volta che si effettua un accesso o una riscrittura, rendendo così il recupero di gran lunga più complesso”.

Un altro fattore che complica il recupero dati da SSD è che ogni singolo chip di memoria, su ogni dispositivo, di solito funziona in una specie di configurazione RAID, che rende i dati più frammentati e difficili da rimettere insieme nel caso si verifichi un malfunzionamento del dispositivo o una corruzione delle informazioni. Inoltre, non esistono configurazioni standard tra i diversi produttori, ciò significa che le nuove funzionalità di recupero da SSD devono essere in grado di gestire diverse forme di Error Checking & Control (ECC) e Correct Address Translation via Logical Block.

Per sviluppare le nuove tecniche, gli esperti di Ontrack Data Recovery hanno condotto vaste ricerche sulla tecnologia SSD. Ciò ha consentito di creare processi e procedure in grado di migliorare il tasso di successo dei recuperi, diminuendo il tempo di necessario.

“Le sfide tecniche per lo sviluppo di strumenti che permettessero un recupero veloce e affidabile da sistemi a stato solido sono state notevoli, ora siamo felici di poter offrire ai nostri clienti le migliori soluzioni per questi dispositivi sempre più diffusi”, conclude Salin.

 

Kroll Ontrack Srl
Kroll Ontrack è leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura dei dati e computer forensics. Attraverso l’utilizzo di moderne tecnologie, innovativi software e numerosi tool proprietari, Kroll Ontrack è in grado di affrontare casi di recupero dati da qualunque tipo di supporto, come hard disk, sistemi RAID, memory card, USB key e molti altri dispositivi. Kroll Ontrack è presente in Italia dal 2002, la sede si trova a Fenegrò (Como) dove a ottobre 2007 è stata inaugurata la camera bianca, l’unica  professionale in Italia per il recupero dei dati. Country Director  è Paolo Salin.
A livello internazionale Kroll Ontrack, con sede a Eden Prairie (Minnesota), opera in oltre 20 Paesi del mondo attraverso più di 30 uffici. Kroll Ontrack ogni anno effettua oltre 50.000 operazioni di recupero dati, offrendo ai clienti servizi di elevata qualità in 13 differenti lingue. Le principali soluzioni software sviluppate dalla società sono: Ontrack® EasyRecovery™ (per il recupero dati), Ontrack® PowerControls™ (nelle versioni per il mailbox management in Microsoft® Exchange Server e per il  document recovery in Microsoft® SharePoint® Server), Ontrack® Eraser (per la cancellazione sicura dei dati). La tecnologia brevettata Ontrack Data Recovery Remote Services, inoltre, permette il recupero dei dati in remoto. Per ulteriori informazioni: www.krollontrack.it; www.ontrackdatarecovery.it 

Kroll Ontrack Inc.
Kroll Ontrack offre soluzioni software e servizi all’avanguardia per assistere studi legali, organizzazioni pubbliche, aziende private e utenti finali nelle attività di recupero, ricerca, analisi e presentazione dei dati. Oltre ad una gamma completa di software, Kroll Ontrack offre servizi di data recovery, cancellazione sicura dei dati, electronic discovery, document review e consulenza ESI (Electronically Stored Information). Kroll Ontrack è una società controllata da Altegrity, fornitore leader di soluzioni per la protezione dei dati. Per maggiori informazioni a livello internazionale su Kroll Ontrack e la sua offerta, visitare il sito www.krollontrack.com