6 Ottobre 2011

Un sondaggio realizzato da Kroll Ontrack rivela che il 65% delle organizzazioni di frequente subisce perdite di dati da ambienti virtuali

Untitled Document
6 Ottobre 2011

Un sondaggio realizzato da Kroll Ontrack rivela che il 65% delle organizzazioni di frequente subisce perdite di dati da ambienti virtuali

Untitled Document

Milano, 6 ottobre 2011 –  I responsabili IT intervistati hanno dichiarato che il 65% delle organizzazioni subisce spesso la perdita dei dati da un ambiente virtuale, valore che è cresciuto del 140% rispetto allo scorso anno.

Questo è ciò che emerge da una ricerca condotta da Kroll Ontrack - azienda leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura e computer forensics – sulla perdita dei dati da ambienti virtuali e sul recovery management. I principali risultati indicano che il 53% degli intervistati, durante lo scorso anno, ha sperimentato per 5 volte la perdita dei dati mentre, il 12% l’ha subita per più di 5 volte negli ultimi 12 mesi.

Le cause più comuni di perdita di dati da ambienti virtualizzati riguardano la corruzione del file system, macchine virtuali eliminate per errore, la corruzione interna del virtual disk, guasti del sistema RAID e ad altri supporti di memorizzazione / server e file cancellati o corrotti, contenuti nei sistemi di storage virtualizzati. Una perdita di dati da sistemi virtualizzati può essere catastrofica per l’azienda ma determinare l'impatto economico che l'interruzione del business causa a una organizzazione è molto difficile perché coinvolge diversi fattori, alcuni più tangibili come per esempio la perdita di produttività, delle opportunità di vendita e di tempo orario del personale, ma altri meno, quali potenziali sanzioni per problemi di conformità a norme e regolamenti, danni all’immagine aziendale e il venire meno della fiducia dei clienti. Un sondaggio di Forrester-DRJ ha rivelato che il 15% degli intervistati era a conoscenza del costo del “fermo” (downtime) del proprio business che in media si aggira intorno a 145 mila dollari l'ora.

“Le organizzazioni di successo sanno che qualsiasi interruzione di funzionamento dell’infrastruttura IT virtualizzata, indipendentemente dalle sue dimensioni, avrà un impatto amplificato sul business nel suo insieme” dichiara Paolo Salin, Country Director di Kroll Ontrack Italia. “Spesso i contratti relativi ai sistemi di virtualizzazione non contemplano responsabilità per corruzione, cancellazione, distruzione o perdita dei dati. Di conseguenza, è fondamentale per i responsabili IT e per coloro che definiscono i piani di business continuity considerare la selezione di un fornitore di servizi di recupero dati”.

Oltre all’implementazione di data center virtuali in sede, le aziende, per archiviare i propri dati, si rivolgono sempre di più a fornitori esterni di servizi cloud e alla domanda se il fornitore è in grado di gestire adeguatamente gli incidenti relativi alla perdita dei dati, il 55% degli intervistati ha sottolineato una mancanza di fiducia. Infatti, solo il 39% degli intervistati ha dichiarato che il proprio fornitore di servizi cloud ha informato l’azienda su come si comporterebbe in una situazione di recupero dati da sistemi cloud.

“Gli utenti del cloud devono richiedere nello SLA più dello storage offsite, della replica dei dati sincrona/asincrona o dei backup su tape” commenta Paolo Salin. “La soluzione migliore al momento dell’adozione della tecnologia cloud, è di richiedere al proprio provider di servizi di collaborare con un’azienda che goda di un’ottima reputazione e che abbia un servizio completo per il recupero dati. Un fornitore di cloud che lavora insieme a un fornitore affidabile di recupero dati dimostra ai propri clienti che la disponibilità delle informazioni è priorità irrinunciabile”.

369 professionisti IT hanno partecipato a questo sondaggio in occasione del VMworld ® 2011. Il 79% degli intervistati si considera un esperto su sistemi VMware o in materia di virtualizzazione. L’elenco completo delle domande e i risultati del sondaggio sono disponibili su richiesta.

Per saperne di più sul recupero dati da ambienti virtuali, visitare il sito di Kroll Ontrack al seguente indirizzo: www.ontrackdatarecovery.it/recuperodati-macchinevirtuali/

Grazie alle soluzioni Ontrack Data Recovery, Kroll Ontrack è la più grande azienda al mondo, con la maggiore esperienza e la tecnologia più avanzata, nella fornitura di servizi e prodotti di recupero dati. Utilizzando centinaia di strumenti e tecnologie proprietarie, Kroll Ontrack è in grado di assistere le aziende e gli utenti finali nel recupero dati persi o danneggiati da tutti i sistemi operativi, supporti e dispositivi di storage, attraverso soluzioni fai-da-te, da remoto e in camera bianca. Kroll Ontrack, infine, offre una consulenza iniziale gratuita per i clienti che hanno necessità di recuperare i dati persi.

Kroll Ontrack Srl
Kroll Ontrack è leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura dei dati e computer forensics. Attraverso l’utilizzo di moderne tecnologie, innovativi software e numerosi tool proprietari, Kroll Ontrack è in grado di affrontare casi di recupero dati da qualunque tipo di supporto, come hard disk, sistemi RAID, memory card, USB key e molti altri dispositivi. Kroll Ontrack è presente in Italia dal 2002, la sede si trova a Fenegrò (Como) dove a ottobre 2007 è stata inaugurata la camera bianca, l’unica  professionale in Italia per il recupero dei dati. Country Director  è Paolo Salin.
A livello internazionale Kroll Ontrack, con sede a Eden Prairie (Minnesota), opera in oltre 20 Paesi del mondo attraverso più di 30 uffici. Kroll Ontrack ogni anno effettua oltre 50.000 operazioni di recupero dati, offrendo ai clienti servizi di elevata qualità in 13 differenti lingue. Le principali soluzioni software sviluppate dalla società sono: Ontrack® EasyRecovery™ (per il recupero dati), Ontrack® PowerControls™ (nelle versioni per il mailbox management in Microsoft® Exchange Server e per il  document recovery in Microsoft® SharePoint® Server), Ontrack® Eraser (per la cancellazione sicura dei dati). La tecnologia brevettata Ontrack Data Recovery Remote Services, inoltre, permette il recupero dei dati in remoto. Per ulteriori informazioni: www.krollontrack.it; www.ontrackdatarecovery.it 

Kroll Ontrack Inc.
Kroll Ontrack offre soluzioni e servizi all’avanguardia per assistere le organizzazioni pubbliche, le aziende private e gli utenti finali nelle attività di recupero, ricerca, analisi e presentazione dei dati. Oltre ad una gamma completa di software, Kroll Ontrack offre servizi di data recovery, cancellazione sicura dei dati, paper and electronic discovery, document review, computer forensics, secure information services, consulenza ESI (Electronically Stored Information), consulenza processuale e presentazioni per l’utilizzo in ambito legale. Kroll Ontrack è la technology service division di Kroll Inc. leader nei servizi di consulenza per la gestione dei rischi. Kroll  è una società controllata da Altegrity, fornitore leader di soluzioni informatiche per la protezione delle informazioni. Per ulteriori dettagli sui servizi internazionali: www.krollontrack.com