5 Luglio 2011

Ingarbugliato tra i nastri? Kroll Ontrack ti suggerisce come evitare la depressione da backup

Milano, 5 luglio 2011 – Secondo Kroll Ontrack, azienda leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura e computer forensics, l’errore umano è una tra le principali cause della perdita di dati. Per evitare che questo accada, l’azienda ha realizzato una serie di video ironici “10 modi garantiti per perdere i dati“ che illustrano gli errori più comuni commessi dagli utenti.

Per ogni video gli esperti di Kroll Ontrack suggeriscono alle organizzazioni cosa è necessario fare per evitare di commettere errori nell’utilizzo dei sistemi di backup e di archiviazione.

Tutti i video della serie “10 modi garantiti per perdere i dati” sono disponibili al seguente link: http://www.ontrackdatarecovery.it/video_comeperderedati/.

“La crescente quantità di dati, la necessità di backup sempre più frequenti e i rapidi cambiamenti tecnologici rappresentano una sfida per molte aziende e tutte possono incorrere in errori” ha commentato Paolo Salin, Country Director di Kroll Ontrack in Italia. “La maggior parte delle aziende sono consapevoli che il backup e il ripristino rappresentano un “must”, tuttavia i nostri esperti di data recovery sono costantemente impegnati nel recuperare i dati da sistemi di backup o archivi aziendali” aggiunge Salin.

Una recente survey condotta all’inizio di quest’anno da Acronis, uno dei principali fornitori di soluzioni di sicurezza, ha rivelato che per l’Italia:

  • il 32% degli IT manager delle piccole e medie aziende (il valore più basso rispetto agli altri Paesi inclusi nella ricerca) dichiara di discutere con il management dell’azienda sulle tematiche di backup
  • solo il 4% del budget IT, anche in questo caso il valore più basso della ricerca, viene investito in materia di backup e data recovery

Nonostante l’utilizzo di moderni software per il backup, di processi automatizzati e di hardware collaudato, l’eventualità che possa verificarsi una perdita di dati non può mai essere completamente esclusa. “L’esperienza ci insegna che l’errore umano può sempre verificarsi“ aggiunge Paolo Salin. “Le aziende possono, tuttavia, ridurre il rischio di perdita i propri dati, se seguono i consigli dei nostri esperti”.

5 suggerimenti per il backup e l’archiviazione dati

  • Considera l’operazione di backup come un vero e proprio lavoro: molte aziende dedicano pochissime risorse per il backup e di conseguenza dimenticano quanto questa operazione sia importante. Nella maggior parte delle aziende, i volumi sempre più crescenti di dati devono essere protetti senza compromettere la produttività, mentre devono essere impostati i periodi di storage e altri parametri. Le aziende non dovrebbero quindi risparmiare sulla formazione e le attività di backup dovrebbero essere considerate come un compito cruciale che viene assegnato a specifici dipendenti.
  • Il backup è un’operazione obbligatoria: il backup e il recupero servono a gestire situazioni di disastro, in particolare la perdita dei dati, e devono essere allineati in conformità alle esigenze delle aziende. Ma prima di investire in una soluzione di backup, le aziende dovrebbero pensare cosa vuol dire esattamente lo storage dei dati: significa accedere ai dati il più velocemente possibile dopo aver subito una perdita? O potrebbe significare il salvataggio a lungo termine e l’archiviazione dei dati? Scegliere la giusta soluzione dipende dalla risposta a queste domande.
  • Dotarsi di controlli di sicurezza: le moderne tecnologie consentono agli utenti di programmare periodi di storage e di archiviare o cancellare automaticamente i nastri. Alla fine, però, la tecnologia risulta efficace in base alla persona che la utilizza. Per evitare errori di programmazione, le impostazioni importanti dovrebbero essere concordate congiuntamente e essere recensite regolarmente.  
  • Al passo con i tempi: molti magazzini aziendali sono pieni di nastri archiviati che non possono più essere letti dagli attuali sistemi. Se il vecchio nastro o i vecchi sistemi di backup non sono più supportati, i dati dovrebbero essere resi disponibili attraverso la migrazione in formati attuali. Idealmente, la migrazione dovrebbe essere parte della strategia di gestione dei dati. Mantenendo regolarmente i propri dati archiviati secondo le più recenti tecnologie, le aziende possono evitare di impiegare il proprio tempo a ripristinare dati da formati ormai vecchi.
  • Preparati al peggio: indipendentemente dalle precauzioni che possono essere adottate preventivamente, una situazione di emergenza – la perdita dei dati di backup, ad esempio – non può mai essere esclusa. Le aziende dovrebbero, quindi, selezionare un fornitore di recupero dati e integrare questo servizio preventivamente nei proprio piani di emergenza. In questo modo, le misure necessarie per il recupero dati in urgenza possono essere svolte in modo rapido e gli errori nella gestione dei supporti di backup danneggiati, a esempio, i nastri, possono essere evitati.

Kroll Ontrack Srl
Kroll Ontrack è leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura dei dati e computer forensics. Attraverso l’utilizzo di moderne tecnologie, innovativi software e numerosi tool proprietari, Kroll Ontrack è in grado di affrontare casi di recupero dati da qualunque tipo di supporto, come hard disk, sistemi RAID, memory card, USB key e molti altri dispositivi. Kroll Ontrack è presente in Italia dal 2002, la sede si trova a Fenegrò (Como) dove a ottobre 2007 è stata inaugurata la camera bianca, l’unica  professionale in Italia per il recupero dei dati. Country Director  è Paolo Salin.  A livello internazionale Kroll Ontrack, con sede a Eden Prairie (Minnesota), opera in oltre 20 Paesi del mondo attraverso più di 30 uffici. Kroll Ontrack ogni anno effettua oltre 50.000 operazioni di recupero dati, offrendo ai clienti servizi di elevata qualità in 13 differenti lingue.
Le principali soluzioni software sviluppate dalla società sono: Ontrack® EasyRecovery™ (per il recupero dati), Ontrack® PowerControls™ (nelle versioni per il mailbox management in Microsoft® Exchange Server e per il  document recovery in Microsoft® SharePoint® Server), Ontrack® Eraser (per la cancellazione sicura dei dati). La tecnologia brevettata Ontrack Data Recovery Remote Services, inoltre, permette il recupero dei dati in remoto. Per ulteriori informazioni: www.krollontrack.it; www.ontrackdatarecovery.it 

Kroll Ontrack Inc.
Kroll Ontrack offre soluzioni e servizi all’avanguardia per assistere le organizzazioni pubbliche, le aziende private e gli utenti finali nelle attività di recupero, ricerca, analisi e presentazione dei dati. Oltre ad una gamma completa di software, Kroll Ontrack offre servizi di data recovery, cancellazione sicura dei dati, paper and electronic discovery, document review, computer forensics, secure information services, consulenza ESI (Electronically Stored Information), consulenza processuale e presentazioni per l’utilizzo in ambito legale. Kroll Ontrack è la technology service division di Kroll Inc. leader nei servizi di consulenza per la gestione dei rischi. Kroll  è una società controllata da Altegrity, fornitore leader di soluzioni informatiche per la protezione delle informazioni. Per ulteriori dettagli sui servizi internazionali: www.krollontrack.com