17 Novembre 2010

Una nuova indagine condotta da Kroll Ontrack a livello mondiale rivela che un’azienda su due non cancella in modo sicuro i dati sensibili

Gli esperti di Ontrack Data Recovery raccomandano, per prevenire violazioni alle informazioni, l’utilizzo di servizi o di software certificati per la cancellazione sicura dei dati, prima di smaltire o cedere i vecchi hard disk

Milano, 17 novembre 2010 – Secondo un recente sondaggio condotto su scala mondiale da Kroll Ontrack, leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura e computer forensics, sui metodi utilizzati per la cancellazione dei dati, meno della metà delle aziende intervistate, mette regolarmente in pratica una procedura per la cancellazione dei dati sensibili da vecchi pc e hard disk. Del 49% delle aziende che stannno utilizzando sistematicamente un metodo per la cancellazione dei dati, il 75% non li cancella in modo sicuro. Da ciò ne consegue che molte aziende si trovano esposte alla violazione delle proprie informazioni. Questo rischio colpisce un’azienda almeno una volta all’anno, in base al Kroll Ontrack Annual ESI Trends Survey del 2010 e costa, secondo il Ponemon Cost of Data Breach Study del 2009, in media 6,75 milioni di dollari per evento.

“Tre quarti delle aziende stanno eliminando file, riformattando o distruggendo hard disk e “non sanno” come cancellare i dati sensibili. I dati vengono cancellati solo nel momento in cui i file vengono riscritti, ma non sempre questo avviene. Inoltre, la riformattazione del disco rimuove solo gli indici che puntano ai dati. E distruggere fisicamente un disco non è un metodo che offre adeguate garanzie di protezione considerato che Kroll Ontrack da oltre 25 anni recupera dati da dischi gravemente danneggiati, come quelli della navicella spaziale Columbia. Nessuna di queste soluzioni può assicurare che le informazioni sensibili vengano definitivamente eliminate dal disco”, ha dichiarato Paolo Salin, Country Director di Kroll Ontrack in Italia.“ I due metodi più sicuri per garantire che le informazioni siano cancellate e per fare in modo che queste non entrino in possesso di mani sbagliate, sono i software certificati per la cancellazione sicura dei dati, come ad esempio Ontrack® Eraser, che sovrascrive tutti i dati presenti sul disco rigido o i degausser, che cancellano le informazioni utilizzando un intenso campo magnetico, rendendo il dispositivo non più utilizzabile.

Più di 1.500 partecipanti provenienti da 12 paesi nel Nord America, Europa e Asia Pacifica sono stati intervistati sugli strumenti utilizzati per la cancellazione dei dati. Dal sondaggio è emerso anche che quattro aziende su dieci hanno ceduto i propri hard disk usati e che il 22% non sa cosa sia accaduto al proprio vecchio computer. In totale, più del 60 per cento di tutti i vecchi computer sono completamente intatti, con dati di business che si possono trovare sul mercato dell’usato.

“Oltre a supportare le aziende a rispettare le leggi e i regolomenti in materia di conservazione dei dati e di privacy, la cancellazione sicura dei dati è fondamentale per ridurre il rischio di violazioni della sicurezza”, ha aggiunto Paolo Salin. “E gli strumenti per la cancellazione sicura sono un must – indipendentemente dalle dimensioni dell’organizzazione – e dovrebbero essere integrati in qualsiasi piano che riguarda la sicurezza dei dati e la business continuity”.

Solo il 19% delle imprese utilizza un software per la cancellazione dei dati e soltanto il 6% fa uso di un degausser per eliminarli. Alla domanda “se e come le aziende verificano che i propri dati siano stati cancellati”, solo il 16% ha risposto che si è basato sul report di un prodotto o di un servizio a conferma del fatto che tutti i propri dati siano stati eliminati. Eccetto le aziende che hanno risposto  con un “non so” (34%) alla domanda su come hanno accertato la cancellazione dei propri dati da un vecchio dispositivo, il 22% delle aziende ha  risposto di aver “riavviato il computer” per capire se i dati erano ancora presenti sul supporto.

“I report che verificano o confermano ciò che il prodotto e/o il servizio di cancellazione sicura hanno fatto, sono molto importanti”, ha concluso Paolo Salin. “Non solo informano su ciò che è stato cancellato, ma dovrebbero identificare il numero di serie e la marca/modello dell’hard disk ripulito, la data e l’ora in cui l’informazione è stata cancellata e la quantità di dati eliminati”.

Per ulteriori informazioni sulle soluzioni Ontrack Eraser di Kroll Ontrack visitare il sito http://www.ontrackdatarecovery.it/cancellazione-sicura

Kroll Ontrack Srl
Kroll Ontrack è leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura dei dati e computer forensics. Attraverso l’utilizzo di moderne tecnologie, innovativi software e numerosi tool proprietari, Kroll Ontrack è in grado di affrontare casi di recupero dati da qualunque tipo di supporto, come hard disk, sistemi RAID, memory card, USB key e molti altri dispositivi. Kroll Ontrack è presente in Italia dal 2002, la sede si trova a Fenegrò (Como) dove a ottobre 2007 è stata inaugurata la camera bianca, l’unica  professionale in Italia per il recupero dei dati. Country Director  è Paolo Salin. A livello internazionale Kroll Ontrack, con sede a Eden Prairie (Minnesota), opera in oltre 20 Paesi del mondo attraverso più di 30 uffici. Kroll Ontrack ogni anno effettua oltre 50.000 operazioni di recupero dati, offrendo ai clienti servizi di elevata qualità in 13 differenti lingue.
Le principali soluzioni software sviluppate dalla società sono: Ontrack® EasyRecovery™ (per il recupero dati), Ontrack® PowerControls™ (nelle versioni per il mailbox management in Microsoft® Exchange Server e per il  document recovery in Microsoft® SharePoint® Server), Ontrack® Eraser™ (per la cancellazione sicura dei dati). La tecnologia brevettata Ontrack® Remote Data Recovery™, inoltre, permette il recupero dei dati in remoto. Per ulteriori informazioni: www.krollontrack.it; www.ontrackdatarecovery.it 

Kroll Ontrack Inc.
Kroll Ontrack offre soluzioni e servizi all’avanguardia per assistere le organizzazioni pubbliche, le aziende private e gli utenti finali nelle attività di recupero, ricerca, analisi e presentazione dei dati. Oltre ad una gamma completa di software, Kroll Ontrack offre servizi di data recovery, cancellazione sicura dei dati, paper and electronic discovery, document review, computer forensics, secure information services, consulenza ESI (Electronically Stored Information), consulenza processuale e presentazioni per l’utilizzo in ambito legale. Kroll Ontrack è la technology service division di Kroll Inc. leader nei servizi di consulenza per la gestione dei rischi. Kroll  è una società controllata da Altegrity, fornitore leader di soluzioni informatiche. Per ulteriori informazioni sui servizi internazionali: www.krollontrack.com; www.ontrackdatarecovery.com