10 Novembre 2010

I NAS Storage: amici o nemici per le piccole e medie imprese?

 Milano, 10 novembre 2010Kroll Ontrack, azienda leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura e computer forensics, fa il punto sulla memorizzazione dei dati sui sistemi NAS (Network Attached Storage) nelle piccole e media imprese. Mentre il NAS offre molti vantaggi interessanti tra cui un rapporto qualità prezzo ottimale, un accesso più veloce ai dati e costi di gestione relativamente bassi è bene che soprattutto nelle PMI si inizino a prevedere piani per la salvaguardia e la memorizzazione sicura dei propri dati. Anche perchè secondo quando previsto dagli esperti, presto lo storage digitale raggiungerà circa uno zettabyte ( 1 ZB = 1 miliardo di TB).

Gartner ritiene che il mercato relativo agli small office/home hoffice guideranno la rapida crescita dei NAS nel segmento di mercato sotto i 3.500 euro, in parte grazie alla facilità di utilizzo della piattaforma tecnologica. Pertanto, secondo le previsioni di Gartner, il mercato dei NAS raggiungerà a un tasso di crescita a doppia cifra di + 26,4% nel 2010, recuperando la lenta crescita del +1,4% registrata nel 2009.

Tuttavia, i rischi di perdita di dati da dispositivi NAS, come da qualsiasi altro tipo di storage, non devono essere trascurati. Probabilmente il pericolo maggiore è il fatto che i NAS utilizzano spesso sistemi di file proprietari e non standard unici per il produttore, di conseguenza un recupero dei dati può rivelarsi molto complesso.

Questo fatto, oltre alle altre minacce di perdita dati tra cui l’errore umano, i guasti dell’hardware e attacchi esterni malevoli, evidenzia la necessità per le aziende di adottare un approccio proattivo per la salvaguardia dei propri dati – la risorsa più preziosa dell’azienda. Inoltre, un recente sondaggio condotto a livello mondiale da Kroll Ontrack, ha rivelato che il 40% degli intervistati ha identificato nell’errore umano la causa più comune di perdita dati ed è quindi particolarmente importante che i dipendenti siano a conoscenza delle best practices per la conservazione sicura dei dati aziendali su dispositivi NAS.

“Il valore dei dati aziendali è ancora sottovalutato dalla maggior parte delle piccole e medie imprese. Il backup dei dati è, in molte aziende, un aspetto trascurato, nonostante sia semplice da effettuare e può essere utile per migliorare in modo significativo la sicurezza dei dati”, ha commentato Paolo Salin, Country Director di Kroll Ontrack Italia. “In una situazione d’emergenza, è importante comprendere i passaggi per consentire il ripristino dei dati nel più breve tempo possibile e nel modo più indolore, riducendo il panico iniziale che si avverte subito dopo il guasto a un disco e prevenendo gli errori ulteriori che potrebbero verificarsi”.  

Gli esperti di Ontrack Data Recovery suggeriscono agli utenti i seguenti passaggi su come ridurre al minimo il rischio di subire una perdita di dati.

Considerazioni di natura tecnica

  • Un risparmio iniziale di denaro potrebbe in seguito costare molto di più. Al momento dell’acquisto di dischi rigidi per i sistemi RAID, scegliere i dischi rigidi in grado di funzionare ventiquattro ore su ventiquattro, con tempo di accesso veloce e una cache di elevate dimensioni. I tool di sicurezza, come virus e firewall, proteggono i dati dalle minacce esterne e dovrebbero essere utilizzati.
  • Il RAID è essenziale. Le aziende di qualsiasi dimensione dovrebbero usare usare almeno un RAID 5.  I costi dell'hardware sono trascurabili, soprattutto se si paraga il valore delle informazioni al costo della perdita di dati.
  • RAID 0 non offre alcuna protezione dei dati. Esso permette solo un più rapido accesso ai dati e non ne migliora la sicurezza. RAID 0 è raccomandato solo per le applicazioni dove la sicurezza dei dati non è importante.
  • É preferibile utilizzare degli standard come ad esempio i file system FAT o NTFS di Microsoft, Linux EXT3 o XFS. I formati proprietari con file system poco documentati richiedono, in caso di perdita di dati, interventi più complessi.
  • Fidarsi è bene, controllare è meglio. I backup devono essere sempre testati. Un backup incompleto o non ripristinabile non ha nessun valore.

Considerazioni di amministrazione IT

  • Assicurarsi che il NAS in uso sia documentato e che la versione del BIOS, la versione del controller e il tipo di file system siano stati annotati. Una documentazione accurata può rendere meno complesso il recupero dei dati.
  • Le soluzioni NAS avanzate dovrebbero essere testate da personale esperto prima di essere definitivamente installate.
  • Il recupero di dati da NAS con configurazione RAID è di solito possibile.  Tuttavia per maggiore sicurezza si consiglia di creare per i dati critici un backup supplementare su un altro supporto di memorizzazione.
  • Le complicazioni per l’impossibilità di accedere ai dati sono un rischio incalcolabile, è possibile valutare con un’assicurazione l’inclusione degli interventi tecnici di recupero dati in una polizza pensata per l’impresa
  • Se la rete viene utilizzata da più utenti, bisogna essere a conoscenza di chi può accedere e a quali dati.

Partnership di supporto

  • Collaborare con fonitori competenti. In caso di emergenza, solo attraverso gli esperti del recupero dati è possibile identificare rapidamente la causa della perdita di dati e come porvi rimedio. La partnership con un'organizzazione affidabile aiuterà anche a pianificare e impostare un backup sicuro.
  • Essere pronti allo scenario peggiore. Avere a disposizione i riferimenti di un fornitore professionale di recupero di dati per garantire che le misure necessarie al ripristino dei dati possano essere adottate immediatamente
  • Outsourcing. I dati possono essere più sicuri se il backup è archiviato fuori dall’organizzazione. In questo caso assicurarsi che tutti i dati siano crittografati.

"Nel caso di perdita di dati, è importante mantenere la calma e non farsi prendere dal panico. Soprattutto, non tentare di recuperare i dati da soli, come troppo spesso accade, perchè ciò provoca ulteriori problemi e può rendere qualsiasi recupero successivo impossibile", ha dichiarato Paolo Salin , Country Director di Kroll Ontrack Italia.


Kroll Ontrack Srl
Kroll Ontrack è leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura dei dati e computer forensics. Attraverso l’utilizzo di moderne tecnologie, innovativi software e numerosi tool proprietari, Kroll Ontrack è in grado di affrontare casi di recupero dati da qualunque tipo di supporto, come hard disk, sistemi RAID, memory card, USB key e molti altri dispositivi. Kroll Ontrack è presente in Italia dal 2002, la sede si trova a Fenegrò (Como) dove a ottobre 2007 è stata inaugurata la camera bianca, l’unica  professionale in Italia per il recupero dei dati. Country Director  è Paolo Salin.
A livello internazionale Kroll Ontrack, con sede a Eden Prairie (Minnesota), opera in oltre 20 Paesi del mondo attraverso più di 30 uffici. Kroll Ontrack ogni anno effettua oltre 50.000 operazioni di recupero dati, offrendo ai clienti servizi di elevata qualità in 13 differenti lingue.
Le principali soluzioni software sviluppate dalla società sono: Ontrack® EasyRecovery™ (per il recupero dati), Ontrack® PowerControls™ (nelle versioni per il mailbox management in Microsoft® Exchange Server e per il  document recovery in Microsoft® SharePoint® Server), Ontrack® Eraser™ (per la cancellazione sicura dei dati). La tecnologia brevettata Ontrack® Remote Data Recovery™, inoltre, permette il recupero dei dati in remoto. Per ulteriori informazioni: www.krollontrack.it; www.ontrackdatarecovery.it 

Kroll Ontrack Inc.
Kroll Ontrack offre soluzioni e servizi all’avanguardia per assistere le organizzazioni pubbliche, le aziende private e gli utenti finali nelle attività di recupero, ricerca, analisi e presentazione dei dati. Oltre ad una gamma completa di software, Kroll Ontrack offre servizi di data recovery, cancellazione sicura dei dati, paper and electronic discovery, document review, computer forensics, secure information services, consulenza ESI (Electronically Stored Information), consulenza processuale e presentazioni per l’utilizzo in ambito legale. Kroll Ontrack è la technology service division di Kroll Inc. leader nei servizi di consulenza per la gestione dei rischi. Kroll  è una società controllata da Altegrity, fornitore leader di soluzioni informatiche. Per ulteriori informazioni sui servizi internazionali: www.krollontrack.com; www.ontrackdatarecovery.com