5 Marzo 2009

Furto di dati: in aumento quelli commessi da parte di lavoratori licenziati

Secondo Kroll Ontrack le aziende devono dotarsi di procedure di sicurezza adeguate per evitare danni economici causati dai furti di dati da parte di ex dipendenti

Milano, 5 marzo 2009 – In un momento di crisi economica, dove molte aziende sono costrette a prevedere piani di riorganizzazione con pesanti riduzioni del personale, Kroll Ontrack, leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura e computer forensics,  allerta le imprese a salvaguardare i sistemi di sicurezza informatica. La principale causa di tutte le violazioni dei sistemi informativi aziendali che portano a importanti sottrazioni di dati deriva infatti dal comportamento poco attento o a volte fraudolento di personale interno. 

E’ quanto emerge anche daI Global Fraud Report 2008-2009 realizzato da Kroll, multinazionale di investigazioni economiche-finaziarie. Il rapporto evidenzia, infatti, che negli ultimi 3 anni le 10 principali compagnie a livello globale che operano nel settore economico anno perso 8.2 milioni di dollari a causa di frodi e spionaggio da parte dei loro dipendenti o da concorrenti.
Se l’azienda non possiede piani strategici ad hoc per contrastare eventuali attacchi di questo genere e non è dotata di sistemi di sicurezza idonei per garantire massima protezione e continuità del business,  il personale in fase di licenziamento  può facilmente copiare dati aziendali riservati e strategici  (database di clienti, strategie di business, ecc.) causando gravi danni economici. Queste informazioni aziendali possono infatti diventare la carta vincente in un nuovo posto di lavoro.

In Italia le aziende sono diventate più consapevoli del rischio di perdita di dati e più sensibili al tema dello spionaggio industriale. Manca però ancora la prevenzione necessaria verso questo aspetto con l’implementazione di adeguati sistemi di sicurezza. Infatti, secondo una recente indagine commissionata da Symantec e realizzata dal Ponemon Institute(*) - società di ricerca e consulenza specializzata in sicurezza privacy - emerge che il 59% dei lavoratori che hanno perso il lavoro ammettono di aver sottratto informazioni confidenziali alla propria azienda. Inoltre, a mettere in evidenza sistemi di sicurezza poco efficaci è il fatto che il  24% dei lavoratori licenziati ha dichiarato di essere in grado di accedere al proprio sistema aziendale o a quello dei colleghi anche dopo aver abbandonato l'azienda.

In questo particolare momento economico la protezione del patrimonio informativo aziendale deve essere una priorità, in particolare gli specialisti Kroll Ontrack di Computer Forensics suggeriscono alle organizzazioni di creare e implementare policy al fine di regolamentare:

  • l’uso di dispositivi mobili
  • l’uso di chat e sistemi di messagistica
  • le copie di backup dei dati
  • il salvataggio di dati aziendali su computer privati
  • il livello di confidenzialità dei documenti

“Dobbiamo tenere presente che le frodi effettuate da dipendenti possono riguardare anche furti a livello di proprietà intellettuale come innovazioni tecnologiche, soluzioni e prodotti coperti da copyright, strategie o piani aziendali”, ha dichiarato Paolo Salin, Country Manager di Kroll Ontrack Italia. “Per prevenire questo problema ed evitare pesanti ripercussioni sia economiche che di immagine aziendale occorre implementare un’accurata policy per la sicurezza dei dati e procedure per una pronta reazione in caso di incidente.“

(*) Indagine realizzata in USA, su un campione di 945 persone licenziate o che hanno cambiato lavoro negli ultimi 12 mesi.

 

Kroll Ontrack Srl
Kroll Ontrack è leader nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura dei dati e computer forensics. Attraverso l’utilizzo di moderne tecnologie, innovativi software e numerosi tool proprietari, Kroll Ontrack è in grado di affrontare casi di recupero dati da supporti come hard disk, sistemi RAID, memory card, USB key e molti altri dispositivi.
 Kroll Ontrack è presente in Italia dal 2002, la sede si trova a Fenegrò (Como) dove a ottobre 2007 è stata inaugurata la prima camera bianca italiana per il recupero professionale dei dati. Country Manager è Paolo Salin.

A livello internazionale Kroll Ontrack, con sede a Eden Prairie (Minnesota), opera in oltre 20 Paesi del mondo attraverso più di 30 uffici e 2000 dipendenti. Kroll Ontrack ogni anno effettua oltre 50.000 operazioni di recupero dati offrendo ai clienti servizi di elevata qualità in 14 differenti lingue.
Le principali soluzioni software sviluppate dalla società sono: Ontrack® EasyRecovery™ (per il recupero dati), Ontrack® PowerControls™ 5.1 (nelle versioni per il mailbox management su Microsoft® Exchange Server e per il  recupero di elementi da Microsoft® SharePoint® Server), Ontrack® Eraser 3.0™ (per la cancellazione sicura dei dati). La tecnologia brevettata Ontrack® Remote Data Recovery™, inoltre, permette il recupero dei dati in remoto.

Per ulteriori informazioni: www.krollontrack.it 

 

Kroll Ontrack Inc.
Kroll Ontrack offre soluzioni e servizi all’avanguardia per supportare le organizzazioni pubbliche e private e gli utenti finali nelle attività di recupero, ricerca, analisi e presentazione dei dati. Oltre ad una gamma completa di software, Kroll Ontrack offre servizi di data recovery, computer forensics, advanced search, paper and electronic discovery, consulenza ESI (Electronically Stored Information), consulenza processuale e presentazioni per l’utilizzo in ambito legale. Kroll Ontrack è il Technology Service Group di Kroll Inc. leader nei servizi di consulenza per la gestione dei rischi.
Per ulteriori informazioni sui servizi internazionali: www.krollontrack.com; www.ontrackdatarecovery.com; www.engeniumsearch.com; www.trialgraphix.com