Kroll Ontrack rivoluziona il processo di decrittazione

Il nuovo processo, ribattezzato decryption-on-the-fly, sviluppato da Kroll Ontrack nei suoi laboratori di Ricerca & Sviluppo riduce drasticamente il tempo necessario a decrittare un hard disk e produce risultati ancora migliori rispetto al passato. Il processo, infatti, prevede la scansione della sola porzione del drive contenente i dati, questo permette allo staff tecnico di effettuare l'immagine di un volume maggiore di informazioni in un tempo inferiore rispetto ai processi tradizionali, con il beneficio per il cliente di avvantaggiarsi di maggiore rapidità.

Numero Verde 800 44 00 33 Richiedi un preventivo

Come funziona il recupero dati crittografati

Gli ingegneri di recupero dati di Kroll Ontrack possiedono le competenze e l'esperienza necessaria per il recupero di dati da hard disk crittografati con i più diffusi software di crittografia come con BitLocker, SafeBoot, CheckPoint e altri.

La crittografia software, sebbene introduca un ulteriore livello di complessità, non impedisce agli esperti di Kroll Ontrack di poter svolgere l'intervento di recupero dati. Tuttavia per la decodifica dei dati sarà necessario fornire un sistema di accesso come user key, password, pass-phrase o il key file del software di crittografia. In alcuni scenari, le aziende utilizzano anche metodi basati su challenge/response code.

Qualora fornire le credenziali necessarie alla decrittazione dei dati non risultasse possibile all'organizzazione a causa di policy di sicurezza, Kroll Ontrack procederà ugualmente al recupero dei dati crittografati attraverso processi standard, copiando il contenuto recuperato su di un nuovo dispositivo. I dati ti saranno pertanto restituiti in formato crittografato,  il personale autorizzato dell'azienda vi potrà accedere grazie alle apposite credenziali.

Senza le credenziali di accesso ai dati crittografati fornite dal cliente, Kroll Ontrack non potrà produrre alcun elenco dei file recuperabili e non sarà in grado di valutare l'integrità degli stessi.

Importante. In caso di file crittografati dal malware CryptoLocker contatta direttamente il nostro Servizio Clienti.

I principali software di crittografia

La tabella mostra un esempio di alcuni software di crittografia supportati con le informazioni richieste per poter decodificare i file, se il tuo software non è in elenco contatta i nostri specialisti di recupero dati.

Software di crittografia Cosa fornire per il recupero dei dati
SafeGuard Easy
  • Disco di emergenza
  • Nome utente e password dell’amministratore

Oppure

  • Versione di SafeGuard Easy
  • Nome utente e password dell’amministratore

Oppure

Se nome utente e password non sono disponibili, dovresti fornire un nome utente (il nome utente varia)per generare un codice di autenticazione (Challenge Code) e un contatto che possa generare un codice di risposta (Response Code) al codice di autenticazione.

SafeBoot/EndPoint
  • Disco di emergenza
  • Nome utente e password

Oppure

  • Versione di SafeBoot
  • Il file Safeboot .sdb specifico per il computer il cui hard disk deve essere recuperato
  • Nome utente e password

Oppure

  • Se è disponibile l’autenticazione dal File System Safeboot (SBFS), vanno forniti un nome utente e password o uno degli account utente o un account dell’amministratore SafeBoot.
  • La versione più recente di Safeboot utilizza un file .xml anziché un file .sdb.
PointSec/CheckPoint
  • Disco di ripristino
  • Nome utente e password dell’amministratore Pointsec. Kroll Ontrack può accettare anche solo i file dal disco di ripristino e copiarli su un disco di boot esistente per Pointsec; non occorre inviare il dischetto fisico di ripristino.

Oppure

  • File .rec e versione Pointsec e il nome utente e le password dell’amministratore

Oppure

  • L’Utility Dynamic Mount (in Windows o su un disco BartPE) può essere utilizzata per montare il drive crittografato e accedere ai dati. Per questa operazione, occorre anche il login d’accesso.

Nota: per Pointsec, la password dell’amministratore non è un requisito in senso stretto. Pointsec consente una configurazione di "autenticazione e risposta". Kroll Ontrack può utilizzare il nome utente dell’amministratore Pointsec e il codice d’autenticazione (Challenge Code) e quindi fornire poi la risposta (Response Code).

Per il metodo di “autenticazione e risposta” occorrerà parlare al telefono con il personale IT che dispone di queste informazioni in quanto i dati di accesso “autenticazione e risposta” vanno inseriti immediatamente.

PGP
  • Versione di PGP
  • Frase d’accesso (Passphrase)
BitLocker
  • Password di recupero numerica
  • Chiave USB per avviare Windows

È possibile utilizzare la chiave di ripristino (esempio: F:\RecoveryKey.bek) o inviare il Key Package con il supporto oppure per email. Il Key Package occorre soltanto quando le chiavi o il drive sono mancanti o danneggiati.

Guardian Edge
  • Versione di Guardian Edge
  • Nome utente e password dell’amministratore

Nota: le versioni meno recenti di Guardian Edge forniscono un metodo di “autenticazione e risposta” per un accesso sicuro.

TrueCrypt
  • Rescue Disk
  • Nome utente e password
BeCrypt
  • Disco di emergenza
  • Frase d’accesso (Passphrase)

Oppure

  • Versione
  • Frase d’accesso (Passphrase)
Windows EFS
  • Nome del dominio Windows
  • Nome utente e password del computer locale che configura le password EFS

Oppure

  • Certificato di sicurezza dell’utente