Le nostre postazioni di lavoro seguono gli standard
ISO 14644-1 classe 5

La camera bianca consente l’apertura degli hard disk o altri media danneggiati in sicurezza, senza rischiare una ulteriore perdita di dati dovuta ad esempio a polvere che si deposita sui piatti di un disco. Per creare un ambiente con queste caratteristiche occorrono postazioni di lavoro con particolari sistemi di regolazione del flusso d’aria e sistemi di filtraggio adatti a catturare anche le più piccole particelle contaminanti.
Questi sistemi utilizzano speciali filtri HEPA (filtri High Efficiency Particulate Air) per intrappolare le particelle sospese nell’aria
di diametro di soli 0.0005 millimetri.
Tutte le postazioni in camera bianca di Kroll Ontrack seguono gli standard ISO 14644-1 classe 5.

Oltre ad un ambiente con queste caratteristiche servono però altri elementi per poter svolgere in modo professionale un intervento di recupero dati.
La camera bianca di Kroll Ontrack in Italia è dotata di rivestimenti e pavimentazione antistatica, utilizza centinaia di tool software e strumenti hardware proprietari capaci di assistere il personale tecnico durante le operazioni di recupero, ospita un magazzino per l’approvvigionamento rapido di migliaia di parti di ricambio, infine il personale che vi opera è costantemente aggiornato sull’evoluzione dei sistemi di storage.
Tutto ciò – insieme – ti permette di usufruire della più elevata qualità di recupero e di conseguenza delle più elevate possibilità
di tornare in posseso dei tuoi dati.

Alcune importanti considerazioni sulla camera bianca

Come ricordato poco più sopra, la camera bianca è necessaria nelle operazioni di recupero dati ma il solo ambiente non è sufficiente, servono altri elementi a corredo.

Una seconda considerazione riguarda poi l’accesso alla camera bianca.
Sul nostro sito non troverai fotografie che ritraggono presunti tecnici con tute e maschere. Queste immagini, non difficili da trovare in Internet, non rappresentano una normale situazione di lavoro quanto piuttosto un modo per attrarre l’attenzione di potenziali clienti e generare una percezione di professionalità.

Ricerca e sviluppo per il recupero dati in camera bianca

Tenersi al passo con i continui e costanti progressi tecnologici per riuscire a portare a termine con successo i nostri interventi di recupero dati richiede la presenza di un Centro di Ricerca e Sviluppo gestito da ricercatori altamente qualificati in grado di sviluppare tempestivamente nuovi strumenti e metodologie di data recovery.  Il nostro team di ricerca e sviluppo  ha realizzato fino ad oggi oltre 500 tool hardware e software proprietari per il recupero dati. Con questi strumenti i nostri clienti, in tutto il mondo, possono usufruire di servizi di recupero all’avanguardia che nessun altro è in grado di erogare.

Come recuperiamo i tuoi dati, la procedura

Fase di prognosi

Questa prima fase impegna i nostri tecnici in una serie di analisi e valutazioni sullo stato del dispositivo: è necessario comprendere la natura del problema e in seconda battuta quali azioni intraprendere per poter estrarre i dati.

L’obiettivo di questo primo passaggio è quello di  intervenire sul sistema di storage per ripristinare temporaneamente il suo funzionamento al fine di comprendere quali file sono recuperabili e con quale stato di integrità.

Si tratta di una fase particolarmente delicata poichè il supporto è già stressato dal guasto o malfunzionamento. La riuscita di questo processo è particolarmente importante perché di frequente si ha solo una possibilità di estrarre i dati da un hard disk o da altro dispositivo di memorizzazione.

Conclusa la fase di prognosi, gli ingegneri di recupero dati compilano un elenco dei file che possono essere recuperati con lo stato di integrità di ciascuno di essi. Questo elenco viene inviato al cliente in formato .ODR (visualizzabile con il tool gratuito Ontrack Verifile Data Reports) perchè possa verificarne il contenuto e decidere di conseguenza se procedere o meno con il recupero dati.

Alcuni servizi non prevedono la fase di prognosi, in questo caso vi è l'esecuzione diretta della fase di recupero.

Fase di recupero

La fase di recupero dati consiste nell’estrazione delle informazioni dal supporto danneggiato, in alcuni servizi è preceduta dalla fase di prognosi in altri viene avviata direttamente. A seconda del problema i tecnici intervengono con la sostituzione di componenti, con operazioni di microelettronica, con la calibrazione delle parti fino a riportare l’unità in condizione di funzionare. I tecnici eseguono quindi un’immagine del supporto dati con tool di imaging proprietari, il vantaggio di questa approccio è quello di preservare lo stato del drive originale (senza aggiungere danni ulteriori) e incrementare la quantità di dati recuperabili.

Ricostruzione e riparazione delle strutture dati

L’estrazione e la lettura dei dati avviene in formato grezzo (raw), le strutture logiche devono essere ricostruite e bisogna intervenire nella riparazione delle strutture danneggiate. Si tratta di una fase svolta da un diverso team di ingegneri che richiede appositi tool e conoscenze dei formati file: si pensi ad esempio alle complesse strutture logiche di file di macchine virtuali o di database. I file corrotti o danneggiati, se tecnicamente possibile, vengono riparati.

Al termine, file e cartelle ricostruite vengono copiate generalmente su un disco esterno di backup per la restituzione al cliente.

Abbiamo accesso ad un network di componentistica a livello mondiale


Per assicurarti un recupero dati rapido e nei tempi stimati dal livello di servizio prescelto disponiamo di un enorme inventario di componenti, sia per i drive più recenti che per quelli ormai obsoleti.

Oltre al già vasto magazzino locale, Kroll Ontrack utilizza un database condiviso a livello mondiale in cui tutti i nostri ingegneri possono ricercare le componenti di cui necessitano per il recupero. L’approvvigionamento delle parti è quindi molto rapido, la disponibilità di un magazzino e di una logistica di questo tipo è fondamentale perchè significa poter tornare in possesso dei propri dati tempestivamente.

Dismissione sicura dei media

Offriamo lo smaltimento sicuro di ogni singolo media che riceviamo per il recupero. Dopo che il processo di data recovery viene portato a compimento, gli hard disk e i tape vengono cancellati utilizzando Ontrack® Degausser™ prima che questi vengano dismessi. Con un solo click in pochissimi secondi gli hard disk e i tape vengono cancellati tramite demagnetizzazione.

Tutti gli altri dispositivi di storage vengono cancellati in maniera sicura utilizzando il metodo più adatto ad ogni tipologia di media.