Go to Top

Di solito sono gli utenti la causa alla base delle richieste di recupero su SQL server

Restore PowerControls per SQL

In occasione della presentazione della nuova versione di Ontrack PowerControls 8.1 per SQL, Kroll Ontrack ha reso noti i risultati del sondaggio effettuato tra 300 amministratori di database SQL e svliluppatori in tutto il mondo, circa la loro esperienza di recupero dati su server SQL.

Secondo lo studio l’87% degli intervistati ha dichiarato che la causa alla base del recupero di file SQL è rappresentata dall’errore umano. Le motivazioni più comuni che hanno portato al recupero di contenuti del database sono state quindi la cancellazione accidentale, un problema nel sistema di sviluppo o un crash del sistema.Sondaggio_restore_SQL

Un altro risultato interessante del sondaggio è stato che gli intervistati hanno ricevuto quasi il doppio delle richieste di recupero dati da ambienti di test e di sviluppo rispetto ai sistemi SQL server di produzione.  Ogni mese circa il 50% dei responsabili trattano fino a 5 richieste di recupero in ambienti di test e di sviluppo – il 20 % tratta da 6 a 10 richieste. Il 15% riceve più di dieci richieste al mese. Una precedente ricerca condotta da Kroll Ontrack tra i DBA mostrava che oltre la metà degli intervistati impiega più di un’ora per effettuare il recupero.  Questo nuovo sondaggio evidenzia che circa l’8% degli intervistati impiega più di 9 ore per ripristinare un intero database.

Recupero più veloce con Ontrack Power Controls per SQL 8.1

L’utilizzo di Ontrack PowerControls per SQL mostra che non è necessario impiegare così tante energie in termini di tempo e di costi. Ciò avviene solo in rarissimi casi in cui è necessario effettuare il ripristino di un intero database SQL.

Nella maggior parte delle situazioni però, si vogliono recuperare solo singole tabelle o singoli contenuti di tabelle. Grazie a questa soluzione software specialistica per il recupero di tabelle SQL l’utente può evitare il lungo percorso del recupero dell’intero database dal backup e di dover poi individuare la singola tabella di cui ha bisogno e quindi di spostarla sul server di produzione. Questo processo impiega davvero molto tempo se ripetuto più volte perchè non si conosce in quale database si trova la tabella corretta.

OntrackPowerControls per SQL

Con PowerControls per SQL, invece, la ricerca della tabella e del contenuto da recuperare da un backup diventa un processo molto semplice:  l’accesso e l’apertura ripetuta dei backup per trovare la tabella corretta è un processo obsoleto. Con Ontrack PowerControls per SQL identificate le tabelle, queste possono essere spostate sul server di produzione facilmente tramite un drag-and-drop.

La nuova versione di Ontrack PowerControls per SQL ora offre anche la possibilità di leggere e di recuperare da backup nativi compressi del database SQL. Questo è un aspetto molto interessante per quei manager IT che si affidano principalmente ai backup (nativi) compressi di Microsoft SQL Server a causa della mancanza di spazio o  per motivi di tempo. Ora, i responsabili dei server SQL 2014, 2008 e 2005 possono risolvere gli errori umani dei loro colleghi in modo molto più semplice e veloce.

Leggi qui il comunicato stampa.

Per maggiori dettagli sulle caratteristiche del nuovo Ontrack PowerControls per  SQL 8.1  clicca qui:
https://www.ontrackdatarecovery.it/software-recupero-dati/recupero-dati-sql/ 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *