Go to Top

Lo storage dei dati su dispositvi USB: i rischi di una disconessione «imprudente»

Storage dei dati su dispositivi USB

Vi è mai capitato di disconnettere i vostri device USB prima di portare a termine la procedura di rimozione sicura del drive dal vostro computer ? Una disconnessione « imprudente » potrebbe provocare una perdita di dati… Ecco alcuni consigli per evitare il peggio!

Il rischio di perdita di dati quando disconnettete un dispositivo USB senza utilizzare la funzione di rimozione sicura del device del vostro sistema operativo o un software di terze parti, è abbastanza evidente: la memoria potrebbe essere in fase di scrittura quando disconnettete il dispositivo USB, indipendentemente dal fatto che il computer scriva fisicamente i dati o utilizzi una memoria cache. Due potrebbero essere gli scenari a cui siete potenzialmente esposti:

  • Se state utilizzando un SSD o un dispositivo USB – questo è il caso peggiore perchè questa operazione potrebbe danneggiare il dispositivo o le celle di memoria del drive. Si potrebbero verificare anche gravi danni alle strutture dei dati e di conseguenza le possibilità di successo nel recupero dei dati USB potrebbero diminuire.
  • Se state utilizzando un HDD – in questo caso potreste perdere solo una parte dei dati sul drive ma il media magnetico non dovrebbe rimanere danneggiato o ad ogni modo non dovreste avere difficoltà con l’organizzazione dei dati sul drive. Un intervento di recupero dati avrà successo anche se i dati che non sono stati scritti non saranno più recuperabili.

Come limitare i rischi della perdita dello storage dei dati su dispositivo USB?

Prima cosa da sapere: effettuare sempre  la rimozione sicura del  drive prima di disconnettere fisicamente il dispositivo USB. Questa funzione è disponibile su MacOS e Windows :

  • Su MacOS avete a disposizioni 4 opzioni : potete spostare l’icona drive nel cestino, utilizzare la combinazione dei tasti Apple ed E , utilizzare la funzione della barra delle applicazioni cliccando con il tasto destro su «Eject» oppure potete utilizzare «File menu» nel finder e cliccare su « Eject ».
  • Su Windows avete a disposizione due opzioni : potete cliccare su Start, selezionare Computer , fare clic con il tasto destro del mouse sul nome del drive e selezionare la funzione Espelli. In alternativa potete cliccare sull’icona «Rimozione sicura dell’hardware» sulla barra delle applicazioni di Windows  (sulla destra dello schermo), selezionare il drive da  disconnettere dalla lista e cliccare sull’icona e scegliere la funzione «espelli». Se non vedete l’icona dovrete modificare le impostazioni della barra delle applicazioni.

E se la rimozione sicura del dispositivo USB non funziona?

 Se le opzioni di rimozione del dispositivo USB non funzionano correttamente è perchè il vostro drive risulta ancora in uso :

  • uno o più file sono ancora aperti nel programma
  • uno o più file sono aperti quando cliccate sull’icona del disco
  • c’è un problema con il sistema di rimozione: in questo caso provate a installare altri sistemi disponibili su internet come ad esempio USB Disk Ejector

E se la memoria è perduta? Come effettuare il recupero dei dati da USB?

Se i vostri dati sono importanti cercate di rimuovere il dispositivo USB attraverso la funzione built-in del sistema operativo. Se questo non dovesse funzionare disconnettete il drive e contattate un’azienda specializzata in recupero dati  come Kroll Ontrack: cercare di effettuare un recupero dati fai-da-te potrebbe peggiorare la situazione, soprattutto nel caso usiate degli SSD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *