Go to Top

Dismissione e riciclo di dispositivi mobile: come mettere al sicuro i dati smartphone e tablet- Parte #2/3

Sicurezza dei dati smartphone e tablet

Nella prima parte di questo articolo abbiamo messo in evidenza quante informazioni si possono trovare nei nostri smartphone e tablet e il pericolo di lasciare libero accesso a tali dati nel momento in cui decidiamo di cedere o dismettere il nostro dispositivo. Abbiamo quindi evidenziato la necessità di eliminare definitivamente i dati come unico sistema per la protezione degli stessi.

In questa seconda parte vedremo da dove cancellare i dati e con quali metodi.

Dove sono memorizzati i nostri dati mobile

Innanzi tutto è necessario sapere che nei dispositivi mobili esistono differenti memorie che conservano i nostri dati, possiamo identificarne tre:

  • la memoria della SIM card (Subscriber Identity Module)

  • la memoria esterna ossia quella rimovibile

  • la memoria interna ossia quella incorporata (embedded) nell’elettronica del dispositivo

Alcuni suggerimenti su come eliminare i dati dalle memorie dei dispositivi mobile

SIM card – La memoria fornita dalla SIM card è la più piccola, normalmente di alcune decine di KB anche se le più recenti SIM card dispongono di 256KB di capacità poiché destinate ad offrire servizi aggiuntivi. Nella maggior parte dei casi all’interno di questa memoria si trovano memorizzati:

  • elementi base della rubrica telefonica (come nome, cognome e numero di telefono)

  • messaggi di testo SMS

  • elenco delle chiamate

Memoria esterna – Questa memoria è molto più capiente di una SIM card e generalmente anche della memoria interna. In essa si trova una buona parte dei nostri dati soprattutto se abbiamo configurato questa memoria come spazio di default per il salvataggio di foto, email, video e altri contenuti.

Negli smartphone e nei tablet dotati di slot per ospitare una memoria esterna, generalmente microSD, è possibile rimuovere la card prima di dismettere il telefono o il tablet. A meno di particolari tipologie di file system una microSD con musica, fotografie, video, documenti sarà leggibile senza problemi anche sul nuovo dispositivo. Normalmente le microSD vengono formattate dai terminali in FAT32 e questo assicura una buona compatibilità tra i diversi device.

Se abbiamo quindi intenzione di utilizzare l’attuale scheda di memoria sul nuovo dispositivo non dovremo preoccuparci di cancellarla quanto semmai ricordarci di estrarla dal nostro tablet o smartphone prima di consegnarlo all’acquirente o a qualche centro di ritiro.

Memoria interna – In questo caso abbiamo chip di memoria flash incorporati (embedded) nel dispositivo quindi non rimovibili. Una possibilità è quella di eliminare i dati utilizzando le funzioni messe a disposizione dallo stesso telefono, l’opzione chiamata Ripristino di fabbrica o Factory reset è presente in tutti i device.

Questa funzione è stata ideata per riportare l’apparecchio alle sue condizioni iniziali. E’ un’opzione molto utile soprattutto per risolvere problemi che potrebbero sorgere durante l’uso dello smartphone o del tablet, ad esempio se il dispositivo si blocca di frequente oppure se nel corso del tempo il funzionamento è divenuto meno fluido e reattivo.

Resettando il telefono e riportandolo alle condizioni di fabbrica verrà ripristinata la configurazione iniziale decisa dal produttore con conseguente risoluzione dei problemi.

Molti utenti ritengono che l’uso di questa opzione serva anche a rimuovere definitivamente i dati dalla memoria ma in realtà spesso l’eliminazione non è definitiva. I dati non sono più visibili sul telefono ma potrebbe essere possibile un loro recupero ad esempio con software di data recovery.

Un metodo sicuramente più efficace consiste invece nell’utilizzare software che eseguono una sovrascrittura (wiping) completa del device. Tale funzione di cancellazione è a volte implementata dagli stessi produttori.

Tuttavia, se questo software può ritenersi adeguato per smartphone e tablet impiegati ad uso privato altrettanto non si può dire per i dispositivi mobile in uso presso le aziende: tali utility di cancellazione infatti non forniscono alcun report verificabile che riporti il Serial Number del dispositivo cancellato e altri dettagli dell’hardware non  permettendo all’azienda di dimostrare la propria conformità alle norme in materia di protezione dei dati personali – leggi nazionali sulla Privacy – o in audit interni.

In questi scenari servono soluzioni avanzate di cancellazione sicura capaci di fornire all’organizzazione gli strumenti necessari per impostare un vera e propria procedura di eliminazione dei dati su decine o centinaia di smartphone e tablet.

Per un’azienda che ha necessità di eliminare i dati definitivamente è suggeribile utilizzare soluzioni specialistiche (es. Blancco Mobile o la soluzione Hosted Erase di Kroll Ontrack) oppure fare riferimento ad un fornitore che offra un servizi completo di cancellazione sicura su dispositivi mobili come smartphone, tablet e altri che verranno.

Immagine tratta da   www.flickr.comRecycle ,  GotCredit licenza CC BY 2.0 – Photo credit: Got Credit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *