Go to Top

Il processo di migrazione tape – Parte 1

Migrazione dati da tape

Nessun altro dispositivo di storage ha una durata maggiore dei tape. Quella che è una grande notizia per chi deve archiviare e conservare i dati per lunghi periodi per motivi legali o normativi è però per gli amministratori IT un problema reale da gestire negli anni a venire. Considerando che in alcuni settori le aziende devono conservare i dati per 20 o più anni chi può avere la certezza che le soluzioni di backup così come l’hardware utilizzato saranno ancora disponibili dopo questo lungo periodo di tempo?

Tuttavia, ammesso che  l’hardware dei lettori, le soluzioni di backup e i tape stessi dovessero ancora funzionare correttamente sono diversi i motivi per cui le aziende necessitano di effettuare una migrazione tape:

  • I tape possono memorizzare dati per lungo tempo ma non per sempre se non vengono gestiti e conservati correttamente. Ad esempio se i tape vengono conservati in ambienti umidi i dati memorizzati sui nastri potrebbero andare persi. I tape stessi attraggono polvere e altri componenti che possono scalfire la superficie dei nastri e distruggere i dati. Per questo motivo è buona norma effettuare costantemente dei controlli delle condizioni dei tape che contengono dati estremamente importanti. Se i nastri sono vecchi e difficili da leggere è opportuno effettuare subito la migrazione dei dati su nuovi tape.
  • I nastri molto vecchi e con formati poco comuni che contengono delle informazioni ancora molto importanti per l’azienda o che devono essere conservati per motivi legali dovrebbero essere a loro volta sottoposti a migrazioni verso formati tape più comuni. I dati presenti su un vecchio formato tape IBM dovrebbero ad esempio essere migrati sulle versioni tape LTO più recenti.
  • I dati che sono memorizzati su tape su un formato di backup ormai obsoleto sono dei buoni candidati per il processo di migrazione nel caso in cui queste informazioni siano ancora utili o necessarie.
  • L’ hardware utilizzato con i tape (es. i drive) che è difficile da conservare o riparare sono un altro buon motivo per pensare ad una migrazione dei dati verso un ambiente di backup su tape di ultima generazione

E la lista potrebbe ancora allungarsi…

In molti casi effettuare la migrazione dei dati da una o da diverse soluzioni di backup su tape o formati tape per semplificare il processo di gestione dei nastri, ridurre il carico di lavoro degli addetti e anche i costi è molto più di una semplice necessità ma una vera e propria decisione strategica per la gestione dei dati.

I vantaggi di un simile processo sono evidenti: consolidamento di tutti i nastri in una sola soluzione di backup su tape in un unico formato che contengono solo quelle informazioni che devono essere conservate sia per motivi legali che per esigenze dell’azienda stessa.  Quei tape (o quei dati) che hanno raggiunto il termine del loro ciclo di vita dovrebbero essere cancellati e dismessi in maniera sicura.

Dopo aver qui illustrato i motivi per cui è opportuno effettuare la migrazione dati da tape nella seconda parte di questo articolo vi descriveremo gli step che costituiscono un progetto di migrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *