Go to Top

Attenzione: i rumori forti possono provocare perdita di dati da hard disk

Perdita dati da hard disk per rumori forti

Quasi tutti hanno sentito parlare dei rumori che un hard disk emette quando sta per avere qualche problema o quando è ormai già danneggiato. E’ un segnale che il disco sta arrivando al capolinea e che state per perdere i vostri dati, oppure che potreste avere poco tempo per salvarli. Come già detto in alcuni dei nostri articoli, la risposta migliore in situazioni simili è cercare un aiuto professionale e lasciare che siano gli esperti a recuperare il contenuto del vostro disco. (Potete anche provare con un software fai-da-te, correndo però il rischio di recuperare solo una parte dei dati e di rendere più difficile o impossibile un eventuale intervento successivo da parte di esperti).

Ciò che molte persone non sanno, e a volte nemmeno gli addetti ai lavori, è che il rumore dell’hard disk non solo è segno di problemi, ma può esso stesso costituire la causa del malfunzionamento.

Probabilmente non succederà nulla se ascoltate musica a volume moderato da altoparlanti vicini al vostro PC – anche se vibrazioni di una certa intensità sono in grado di far ‘saltare’ le testine di lettura/scrittura del disco – ma per esempio il forte rumore generato dal sistema antincendio di un data center potrebbe essere fonte di problemi.

In questi ambienti i sistemi di estintori ad acqua non possono essere usati per ovvi rischi di danni ai server e ai dati contenuti, quindi in tutto il mondo vengono comunemente impiegati sistemi a secco.

Il gas inerte che viene impiegato è di solito una miscela di azoto, argo e anidride carbonica. Quando il sistema si attiva, il volume di ossigeno nel locale viene ridotto fino al 13.5% – 10%, provocando lo spegnimento del fuoco in quanto un livello così basso di ossigeno impedisce la combustione.

Delle apposite aperture permettono di controllare la pressione rilasciando all’esterno un volume di aria corrispondente. Le analisi hanno dimostrato che i dischi non hanno subìto effetti particolari a causa del cambiamento di pressione o dell’abbassamento della temperatura.

Qual è quindi la causa del guasto ai dischi e della conseguente perdita di dati?

E’ il rumore prodotto dal sistema antincendio! Le sorgenti sonore sono generalmente due: la sirena dell’allarme e il rumore prodotto dagli ugelli che rilasciano gas a velocità e pressione molto elevate.

Il primo incidente di questo tipo si è verificato nel 2007, e la spiegazione è stata poi individuata nel 2008. Una volta dispersi i fumi, una verifica del sistema aveva rivelato che molti dischi non erano più funzionanti, e da alcuni erano stati addirittura persi i dati. All’inizio gli esperti pensavano che la causa del problema fossero i gas inerti usati dal sistema antincendio, ma da analisi più approfondite è emerso che la causa non è da ricercare nel gas in sé, ma nel rumore prodotto quando il gas viene espulso.

Nei test di laboratorio eseguiti da Siemens nel 2009 e nel 2014 gli scienziati hanno rilevato che molti hard disk mostrano problemi se esposti a rumori che superino i 120 dB. Alcuni dischi iniziano invece ad avere difficoltà a partire da 110 dB.

E‘ risultato che, dati i rapporti microscopici esistenti tra i componenti interni mobili dei moderni hard disk, un rumore molto forte può causarne l’arresto e addirittura provocare danni permanenti. I dischi attuali contengono infatti fino a 250,000 tracce per pollice e, per essere in grado di leggere e scrivere, la testina deve trovarsi sullo spazio della traccia dati entro un margine di ±15% . Con una tale densità, la tolleranza concessa alle testine per compensare le vibrazioni percepite a causa di un rumore è quasi pari a zero. Per questo il problema si è evidenziato solo nella seconda parte della scorsa decade, quando gli hard disk moderni sono giunti sul mercato.

Perdita di dati da hard disk a causa dei rumori: incidenti documentati

Ci sono stati incidenti documentati in Australia e Francia; il più recente (del settembre 2016) ha coinvolto il data center principale di una banca di Bucarest, in Romania. Mentre venivano effettuati test sulla pressione dell’impianto, il rilascio del gas ha emesso un forte rumore. La banca ha dichiarato che il livello sonoro ha raggiunto i 130 dB , più che sufficiente a compromettere l’allineamento dei componenti e a mettere fuori uso qualche dozzina di hard disk, causando perdita di dati importanti. Il danno è stato grave: i clienti di ING bank nella capitale hanno perso l’accesso all’online banking e le transazioni con carte di credito o debito sono state bloccate. Gli esperti ipotizzano che il sistema non fosse adeguatamente protetto per sopportare questa soglia sonora e le alte frequenze prodotte dal rilascio del gas. Il sito è andato offline e la banca ha dovuto affidarsi esclusivamente al data center di backup situato a qualche chilometro di distanza. Ci sono voluti diversi giorni per ripristinare il sistema.

Consigli per proteggere i dati

Dato che i sistemi antincendio a gas inerti sono una necessità per tutti i data center, come possono gli addetti proteggere i sistemi da una tale evenienza? Di seguito alcuni consigli:

  • Usare o acquistare solo server e storage dotati di coperture laterali fonoassorbenti. Molti produttori ora montano sui propri rack anche appositi sportelli speciali per la riduzione dei rumori.

  • Montare i dischi in un’unità insonorizzata e tenere chiusi gli sportelli

  • In caso di allarme cercare di schermare la sirena

  • Porre le sirene e gli ugelli dell’impianto antincendio in una posizione che non irradi il suono direttamente sui dischi

  • Aumentare il numero degli ugelli e diminuirne le distanze, così da ridurne l’impatto sonoro

  • Usare SSD o nastri come dispositivi di storage dove possibile

  • Effettuare regolarmente i backup e, quando possibile, duplicare i dati essenziali in un’altra location o in un data center secondario.

Ma ricordate: anche con queste precauzioni un incendio può verificarsi e il sitema può essere compromesso. In caso di incendio, allagamento o danno causato da rumore, è sempre meglio chiedere aiuto specializzato da parte di professionisti del recupero dati con una profonda conoscenza di cosa fare (e cosa non fare) a seguito di incidenti simili. A volte il sistema può sembrare completamente intatto, ma il fumo o altri gas nocivi possono essere penetrati nel rack causando problemi che non sono immediatamente rilevabili.

Copyright immagine: blickpixel/ https://pixabay.com/en/speakers-beschallung-box-sound-502890/ CC0 Public Domain

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *