Go to Top

I nuovi strumenti di sicurezza per gli account Google

strumenti di sicurezza per gli account google

Di recente, il colosso Google ha introdotto nuovi strumenti per la sicurezza degli account dei suoi utenti: una serie di tool che è necessario conoscere e utilizzare al meglio in modo da migliorare la propria esperienza online senza correre rischi.

È noto che gli account Google abbiano già, per loro natura, un livello di sicurezza piuttosto alto. Tuttavia, con i suoi ultimi strumenti avanzati, il colosso di Mountain View ha lavorato con l’intento di garantire un ulteriore giro di vite in conseguenza dell’aumento esponenziale degli attacchi informatici.

La nuova versione del Controllo Sicurezza, che finora metteva a disposizione essenzialmente un whitepaper con consigli e indicazioni, offre ora un vero e proprio strumento di Security Checkup basato sui dati condivisi.

La nota descrittiva così illustra il tool: “Quando aprite la pagina per il controllo della sicurezza, vi verrà mostrato automaticamente lo status della protezione del vostro account e qualsiasi tipo di questione ancora da risolvere – un segno di spunta verde sta a indicare che il vostro account è ben protetto, mentre un punto esclamativo giallo o rosso vuole evidenziare che c’è almeno un punto da risolvere in termini di sicurezza dell’account”.

Google ha sottolineato come questo nuovo strumento di sicurezza continuerà ad essere aggiornato con costanza sulla base degli ultimi cyber attacchi in modo tale che gli utenti possano sempre utilizzarlo per ricevere la giusta assistenza nel caso di tentativi di crimine informatico.

Per quanto riguarda invece la protezione dal sempre più diffuso e pericoloso fenomeno del phishing, Google ha lavorato soprattutto sul suo browser Chrome, che adotta ora una protezione preventiva rafforzata tramite il display di avviso agli utenti nel caso in cui questi si accingano a visitare siti potenzialmente pericolosi o stiano per scaricare file dannosi. In questo senso, un’ulteriore novità riguarda la cosiddetta funzione di navigazione sicura, che è attualmente in grado di fare previsioni di rischio in tempo reale e proporre alert sulla base delle sue analisi.

Queste le osservazioni di Google in merito: “Stiamo usando questa conoscenza per testare nuove protezioni preventive contro il phishing su Chrome. Presto, quando inserirete il vostro username e password di Google in un sito che sospettiamo possa contenere del phishing, aggiungeremo ulteriori protezioni per assicurarvi che l’account non sia compromesso. Queste protezioni entreranno in funzione anche se userete un browser differente”. Si tratta dunque di una sorta di protezione preventiva ulteriore che dovrebbe interessare tutte le password salvate su Chrome ma anche sugli altri browser o app di sistema che utilizzano la tecnologia di navigazione sicura.

Nel caso in cui vogliate dare un ulteriore giro di vite al vostro account, potrete poi affidarvi al Programma di Protezione Avanzata, costantemente aggiornato e che attualmente fornisce tre tipologie di difesa: l’anti-phishing potenziato grazie all’utilizzo di un token di sicurezza per l’accesso all’account; la condivisione dei dati Gmail e Google Drive soltanto con app attendibili e conosciute e, infine, protezioni aggiuntive ulteriori (con token di sicurezza di backup) per bloccare i tentativi di accesso fraudolenti all’account.

 

Copyright immagine di copertina: https://pixabay.com/it/mac-libero-professionista-macintosh-459196/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *