Go to Top

No data no cry

No data no cry

Le cose erano molto più semplici in passato. Quando le spie della Guerra Fredda avevano con sè dei segreti potevano essere sufficientemente tranquille poichè in caso di emergenza avrebbero distrutto l’informazione in modo abbastanza semplice. Strisce di carta con codici segreti e microfilm potevano essere bruciate o addirittura inghiottite se la spia aveva bisogno di sbarazzarsene rapidamente. L’elettronica è meglio se non la ingeriamo – inghiottirla non distrugge i dati e il nemico potrebbe avere la pessima idea di rimuoverla forzatamente dal nostro stomaco… è facile immaginare quanto sarebbe sgradevole!

L’arsenale di tool che rende possibile eliminare i dati in modo permanente può essere diviso in due categorie – strumenti software e hardware. Alla prima categoria appartengono tutti i programmi che si occupano di sovrascrivere completamente i dati mentre la seconda categoria include gli strumenti per la distruzione fisica dei dispositivi di storage.

Molte applicazioni che accuratamente sovrascrivono l’intero spazio disco – bit per bit, segmento dopo segmento, cluster dopo cluster – sono disponibili online. Alcune di loro possono essere scaricate gratuitamente mentre altre richiedono l’acquisto di una licenza. In ogni caso, il loro tasso di successo dipende da diversi fattori. In questo articolo analizzeremo i fattori più importanti che dovreste considerare nell’acquisto di prodotti software per la cancellazione sicura dei dati.

Algoritmi di cancellazione dei dati

Il processo di cancellazione dei dati può essere facilmente illustrato con un pezzo di carta e un qualche testo scritto sopra con una matita. Se usate la stessa matita per scrivere in modo uniforme su questo testo, vi accorgerete che le scritte originali sono ancora leggibili (figura sotto, seconda linea). Se provate a cancellare il testo con una gomma rimuoverete i pigmenti ma sulla carta ci sarà ancora il segno lasciato dalla punta della matita – se ci passate sopra la mattita in modo leggero alcune volte (l’equivalente di migliorare digitalmente una traccia magnetica di dati) riuscirete a vedere il testo in modo abbastanza chiaro (terza linea). Come potete vedere, è molto meglio scrivere a caso sopra l’informazione originale che volete cancellare (ultima linea) – questo è quello che fa un algoritmo di cancellazione dei dati.

Il metodo base per la sovrascrittura dei dati è riempire l’intero spazio del disco con 0 oppure, in alcuni casi, con 1. Algoritmi più avanzati utilizzano numeri generati a caso da un generatore pseudo casuale (l’equivalente di fare scarabocchi con la matita sopra il testo originale). Questa operazione viene completata entro un singolo ciclo di sovrascrittura. Un singolo ciclo può essere efficace nell’impedire che i dati siano ripristinati con i più popolari software di recupero dati. In passato, era raccomandato ripetere il ciclo più di una volta per assicurarsi che i dati fossero completamente sovrascritti e non potessero essere recuperati. Ma è veramente necessario ora? Abbiamo posto la domanda a uno dei nostri esperti.

Robin England dei laboratori di Kroll Ontrack ci ha raccontato:

Ci sono dei fattori che possono rendere insufficiente un solo ciclo di sovrascrittura per eliminare i dati. La testina elettromagnetica che scrive i dati non è quasi mai perfettamente centrata sopra la sua traccia – essa può essere leggermente ruotata permettendo ai dati periferici di rimanere presenti. I vecchi nastri magnetici, i floppy disk e gli hard drive avevano un simile problema (guardate l’illustrazione sotto – una traccia è visibile). Potenzialmente potete migliorare tutte queste tracce e cercare di leggerle. Ma nella pratica è quasi impossibile – avreste bisogno di hardware molto sofisticato per farlo e solo i lab professionali di recupero dati hanno tool di questo calibro. Inoltre, le nuove tecnologie di registrazione che tendono a massimizzano la densità dei dati (la scrittura perpendicolare o anche la shingled magnetic recording) eliminano in gran parte la possibilità di veder saltar fuori spazi tra le traiettorie pieni di vecchi dati.”

nodatanocry

Come potete vedere, quindi, un singolo ciclo di sovrascrittura può essere sufficiente a farvi dormire sonni tranquilli. Ma per essere sicuri e implementare tutte le procedure di sicurezza, i tool software di qualità utilizzano oltre una dozzina di algoritmi di cancellazione dei dati. Alcuni di loro sono molto complessi e applicano diversi cicli di sovrascrittura prima del completamento. A seguire alcuni degli algoritmi utilizzati dai tool Blancco:

Algoritmo Come opera Utilizzo
National Industrial Security Program (NISPO) Operating Manual for the USA Department of Defence (DoD) 5220,22-M, 1995

Numero di cicli di sovrascrittura – 3

Ciclo 1 – scrive un modello dati casuale

Ciclo 2 – scrive il modello dati invertendolo

Ciclo 3 – scrive più modelli dati casuali

Per distruggere dati classificati e confidenziali.

Germany VISR Standard, 1999

Numero di cicli di sovrascrittura – 3

Ciclo 1 – scrive una sequenza di zeri

Ciclo 2 – scrive una sequenza di uno

Ciclo 3 – scrive una sequenza alternata di zero e uno

Per distruggere dati classificati e confidenziali
Russia GOST standard P50739, 1995

Numero di cicli di sovrascrittura – 2

Ciclo 1 – scrive una sequenza di zeri

Ciclo 2 – scrive un modello dati casuale

Per informazioni classificate
Algoritmo Bruce Schneier 

Numero di cicli di sovrascrittura – 7

Ciclo 1 – scrive una sequenza di uno

Ciclo 2 – scrive una sequenza di zeri

Cicli 3..7– scrive un modello dati casuale

Per informazioni segrete

Algoritmo Peter Gutmann

Numero di cicli di sovrascrittura – 35

Cicli 1..4 – scrive un modello dati casuale

Cicli 5..6 – scrive un modello dati 55h,AAh

Cicli 7..9 – scrive un modello dati 92h,49h,24h

Cicli 10..25- scrive in ordine 00, 11h, 22h, etc. up to FFh

Cicli 26..28 – come nei cicli 7..9

Cicli 29.. 31- scrive un modello dati 6Dh, B6h

Cicli 32..35 – come nei cicli 1..4

Per informazioni top secret

Utilizzare un software di cancellazione adatto al tuo dispositivo (i software al top hanno versioni diverse per trattare hard drive, SSD, telefoni e anche strumenti capaci di rimuovere in modo permanente solo i file specificati dall’utente) sarà quindi sufficiente per la maggior parte degli utente preoccupati per la sicurezza dei loro dati: è importante però che il processo di cancellazione non venga interrotto.

Nel precedente articolo abbiamo detto che i settori corrotti del disco non possono essere sovrascritti. Questo significa che non potete cancellare i dati lì memorizzati utilizzando un metodo di sovrascrittura. Le informazioni presenti in questi settori possono ancora essere recuperate.

NOTA. Quando si ha a che fare con dati altamente confidenziali e delicati lasciare alcuni settori fuori dal processo di cancellazione, anche se il settore è corrotto, non è accettabile.

Un buon software di cancellazione sicura dovrebbe inoltre avere un sistema di reporting per i settori corrotti – se ne viene trovato anche uno sarete avvertiti. Se doveste vedere questo tipo di messaggio significa che per eliminare definitivamente tutti i dati nel dispositivo dovrete utilizzare un metodo alternativo alla sovrascrittura.

PS. Come sempre, qualsiasi dubbio su questa serie di articoli può essere condiviso nei commenti più sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *