Go to Top

Tre motivi per cui i tape non sono ancora scomparsi

Tre motivi per cui i tape non sono ancora scomparsi

Sebbene ormai esistano HDD con capacità di 8 terabyte e SSD sempre più veloci la maggior parte delle aziende utilizza ancora i tape come strumento di archiviazione e storage dei dati.

Secondo EDP, uno dei vendor più noti in Germania di hardware e software per tape ed etichette per codici a barre, il 70% dei suoi clienti utilizza nastri o tape library insieme agli hard disk per esigenze di storage dei dati.

Le tre ragioni principali per cui i tape sono ancora importanti e ben lontani dalla scomparsa  sono:

1. Lo storage selettivo dei dati riduce i costi di backup

Gli hard disk consentono di effettuare backup e restore dei dati in maniera più veloce e sono quindi lo strumento più adatto in caso di backup o ripristino di singoli file e cartelle. Nonostante questo, però, l’utilizzo di hard disk genera costi più alti rispetto a quelli legati all’uso di nastri magnetici perchè i dischi sono sempre in funzione e necessitano di sostituzioni frequenti  a causa del loro più corto ciclo di vita.

Per grandi volumi di dati a cui non è necessario accedere in maniera frequente o in maniera veloce la soluzione  più adatta di storage sono i nastri magnetici. Questi possono essere archiviati anche all’esterno del sistema di storage e hanno un ciclo di vita ben più lungo rispetto agli HDD.

2. I tape sono la scelta giusta per lo storage di dati a lungo termine

Le normative vigenti obbligano le aziende a tenere i propri dati per lunghi periodi di tempo. Grazie alla loro durata e a costi in termini di consumo di energia notevolmente più bassi i tape rimangono lo strumento più adatto per l’archiviazione e lo storage dei dati a lungo termine. Nella maggior parte dei casi le aziende non hanno bisogno di accedere ai dati in tempo reale. Spesso hanno a disposizione diverse settimane di tempo per effettuare il restore dei file. In questo caso non è quindi necessario la possibilità di un accesso immediato come offerto dagli hard disk e dagli SSD.

3. Non è questione di “o uno o l’altro”

Per le aziende con grandi e crescenti volumi di dati una soluzione di storage a lungo termine è possibile solo con una combinazione di hard disk e nastri magnetici. Oltre ai costi, un fattore chiave a favore dell’uso dei tape è anche la più lunga durata. Gli hard disk rimangono tuttavia indispensabili per il restore di determinati dati in pochi minuti. È quindi raccomandabile stabilire una strategia di backup e archiviazione dei dati differenziata che unisca i vantaggi di entrambi i device per un utilizzo ottimale degli strumenti.

Fonte immagine:  Kroll Ontrack Germany

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *