Go to Top

Guasti estivi a smartphone e tablet: la Top 10

Selfie estivo

Estate, sole, spiaggia e mare. Per la maggior parte delle persone questo è garanzia di una vacanza in pieno relax. Difficilmente però viene da pensare che sono esattamente questi i fattori di stress per i nostri dispositivi elettronici che possono generare dei guasti estivi a smartphone e tablet.

1 – Luce del sole

Smartphone e tablet non tollerano particolarmente bene la luce del sole. Apple avverte che vi possono essere dei rischi per i dispositivi sopra i 35 gradi Celsius. Le alte temperature riducono la vita della batteria, possono danneggiare i cristalli liquidi del display e le parti in plastica si possono sciogliere, nella peggiore delle ipotesi potrebbe verificarsi anche un corto cirtuito. Molte persone ignorano il fatto che la temperatura possa salire, dopo solo un’ora, fino oltre i 60 gradi parcheggiando l’auto al sole. Conclusione: non lasciare bambini, animali o dispositivi elettronici in macchina quando viene parcheggiata durante l’estate.

(In lingua tedesca: http://www.focus.de/digital/praxistipps/video/smartphone-vor-hitze-schuetzen-darauf-muessen-sie-achten_id_7271675.html)

2 – Sabbia

Ci può essere qualcosa di più piacevole in vacanza che sentire la sabbia fine sotto i piedi? Purtroppo, la sabbia fine si infila rapidamente nei piccoli spazi dei nostri dispositivi se questi cadono accidentalmente. Un pennello delicato o un asciugacapelli utilizzato con aria fredda possono aiutare a rimuovere la sabbia e – ad esempio – a prevenire che i singoli tasti si blocchino. Nella maggior parte dei casi, è suggeribile richiedere un supporto professionale. Anche sul display la sabbia finissima può diventare molto antipatica. Semplicemente rimuovendola con le dita della mano, i granelli possono lasciare dei graffi sullo schermo. Se lo smartphone deve andare in spiaggia, allora, possibilmente riponilo in un apposito astuccio.

3 – Acqua

L’acqua è ancora il più grande nemico dei dispositivi elettronici. Pensa ad un apparecchio che cade in acqua salata da una barca oppure che riceve degli spruzzi sulla spiaggia. Anche scattare foto a un geyser oppure a una bella cascata può esporre la fotocamera o lo smartphone a una doccia non voluta, determinando un guasto. In tutti questi casi, il problema è che l’acqua, penetrando nel dispositivo, rischia di generare un corto circuito con un’associata perdita di dati. Importante quando si ha a che fare un un apparecchio inzuppato: non cercare di accenderlo ma rimuovi la batteria e fai asciugare il dispositivo all’aria. Mai mettere il dispositivo nel forno oppure usare un asciugacapelli!

4 – Furto

Sorseggiare un cappuccino in un’atmosfera rilassata, guardano le persone davanti a noi senza notare però che qualcuno mentre passeggia è particolarmente interessato al nostro smartphone. E sì… gli smartphone spariscono facilmente tra la folla quando le borse non sono adeguatamente chiuse. Nella maggior parte dei casi, i dispositivi scompaiono per sempre. Un’idea potrebbe essere quella di riutilizzare in viaggio un vecchio smartphone oppure di fare un backup dei dati prima della partenza.

5 – Imprevisto con l’auto

Auto e dispositivi elettronici spesso non vanno così d’accordo. L’apertura accidentale di una borsa, non ben chiusa, al termine di un viaggio o dopo un parcheggio possono far cadere il telefono o la fotocamera sulla strada con l’apertura delle portiere. Anche la borsa dove viene custodita la fotocamera dovrebbe essere ben assicurata durante un giro in moto per evitare di perderla. Una situazione classica è questa: arrivati alla stazione di servizio e scesi dall’auto il cellulare viene appoggiato sul tettuccio della vettura e poi… dimenticato alla ripartenza. Cosa succede successivamente lo lasciamo alla tua immaginazione.

6 – Party

Sei in vacanza, sei rilassato, festeggi sorseggiando qualche cocktail. Poi improvvisamente una bevanda (nel peggiore dei casi zuccherina) si rovescia sul tavolo andando proprio a versarsi sullo smartphone. Sfortunatamente il dispositivo bagnato non è l’unico problema. Le sostanze che sono dissolte nella bevanda possono provocare ulteriori danni. Lo zucchero ad esempio ha la spiacevole proprietà di creare cristalli quando si asciuga cosa che può portare a dei corto circuiti. Oltre al fatto che lo zucchero secco è una questione alquanto appiccicosa. In tal caso, è raccomandabile contattare degli specialisti di recupero dati, tentativi di recupero fatti da soli possono infatti solo peggiorare la situazione.

7 – Crema solare

Crema solareFa caldo, il sole brucia e la tua pelle ha bisogno di protezione. Prendi velocemente la crema solare e – accidentalmente – anche lo smartphone ne riceve un po‘. La crema solare può penetrare nelle piccole aperture del dispositivo, inoltre le sostanze possono danneggiare il rivestimento dei display. Una pulizia accurata e attenta potrebbe essere di aiuto o almeno lo si spera.

8 – Animali domestici

I bambini sono rientrati dalle vacanze, il cane di famiglia che stava tranquillo sotto il tavolo, improvvisamente si precipita verso di loro per salutarli strappando il cavo del disco rigido esterno che cade a terra. Questa situazione è particolarmente critica quando il disco è in funzione e può causare pericolose perdite di dati. La maggior parte delle persone non si diverte nemmeno quando il proprio cane scambia una chiavetta USB per il suo osso preferito. Non meno spiacevoli infine sono i gattini che usano il tablet come la loro lettiera.

9 – Giardinaggio

Il nuovo prato per prendere il sole ti sta aspettando. Ma fai attenzione a non lasciar scivolare dalla tasca dei pantaloni da lavoro il tuo smartphone. Se il dispositivo viene in contatto con le veloci lame del tagliaerba allora sì che potrebbero esserci problemi molto difficili da risolvere anche per i professionisti di recupero dati.

10 – Toilette

Uno studio (in lingua tedesca: http://www.chip.de/news/Studie-Jedes-fuenfte-Smartphone-faellt-ins-Klo_73653925.html) ha scoperto che un terzo dei proprietari di telefoni cellulari si è lamentato della perdita del proprio smartphone a causa di un evento sfortunato. Il 12% degli intervistati ha lasciato il telefono sul tetto della macchina prima di partire, il 5% ha invece raccontato che il proprio animale domestico ha distrutto il dispositivo. Ma la maggior parte delle volte, il telefono è caduto nel WC… il 20% dei partecipanti infatti ha citato questa situazione.

Ecco allora qualche suggerimento di Kroll Ontrack per le vacanze:

  • prendi uno smartphone vecchio oppure uno economico da portare con te in vacanza
  • fai un backup dei dati, così nei casi più sfortunati le informazioni non saranno perse del tutto

 

 

 

Fonti e copyright delle immagini nell’articolo:

Immagine di copertina – pixabay – Ben_Kerckx
01 – pixabay – sasint
02 – pixabay – The HilaryClark
03 – pixabay – blackstarvideo
04 – pixabay – TheDigitalWay
05 – copyright Kroll Ontrack
06 – pixabay – CyberComputers
07 – pixabay – chezbeate
08 – copyright Kroll Ontrack
09 – pixabay – 422737
10 – copyright Kroll Ontrack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *