Go to Top

Criptate sempre la vostra chiave USB quando viaggiate con informazioni sensibili

Crittografare chiavette USB

Le memory stick USB sono diventate molto più piccole, possono contenere più dati e con USB 3.0 sono più veloci che mai. Tuttavia, a causa delle loro dimensioni, le memorie USB presentano il rovescio della medaglia: possono essere perdute facilmente.La mia compagna si è recata di recente per un viaggio di lavoro nella bella cittadina di Friburgo, in Germania, nota per le sue famose chiese e la vicina Foresta Nera. Mentre prendeva un caffè nella piazza principale, ha trovato per terra una chiavetta USB. Mi ha chiesto di controllare il contenuto e verificare chi fosse il proprietario.

Utilizzando un computer appositamente protetto, ho dato un’occhiata al contenuto della memoria e sono rimasto realmente shockato: la memory stick era piena di informazioni personali e sensibili: scansioni di due diverse carte di identità, di un uomo e di una donna, un’applicazione per i prestiti ipotecari, gli estratti conto dei due individui, buste paga, un’applicazione per il credito, un calcolo della rendita previdenziale e le valutazioni fiscali degli ultimi tre anni. Inoltre, c’erano molti documenti dettagliati relativi a due diverse case nell’aerea di Friburgo, che includevano i costi di costruzione e ristrutturazione da sostenere. E non è tutto: la stick conteneva anche una cartella con più di una dozzina di prodotti software completi dei necessari numeri di serie e chiavi.

Ovviamente il proprietario della chiave (probabilmente un commerciale di una società immobiliare) voleva avere con sé tutte le informazioni necessarie in qualsiasi momento, per averle a disposizione in caso di necessità o se avesse avuto tempo di lavorare al progetto.

Tuttavia, come potete immaginare, dei criminali che avessero accesso a queste informazioni potrebbero utilizzare questa memory stick per rubare facilmente l’identità dei proprietari, sottrarre denaro o vendere le informazioni personali ad altri nella dark net. L’utilizzo da parte di criminali di informazioni come il conto corrente bancario o i numeri di carta di credito può causare importanti perdite di denaro e portare a una classificazione negativa del credito, una posizione che in alcuni casi può richiedere anni per essere sanata.

Pertanto l’archiviazione di informazioni personali su una chiave USB non protetta è un’operazione rischiosa e dovrebbe essere assolutamente evitata!!!

Quando viaggiate e portate con voi una chiave USB, dovreste criptare il dispositivo. Sono disponibili sul mercato diverse soluzioni, anche gratuite. Spesso, quando si acquista una nuova chiave, il produttore fornisce già una soluzione di crittografia.

Nel caso la vostra chiave USB non sia dotata di uno strumento di crittografia, sono disponibili diversi prodotti. Tra questi segnaliamo:

  1. VeraCrypt . Il successore del noto TrueCrypt (che non è più stato sviluppato) funziona con Windows, OSX e Linux. Dopo aver scaricato e installato il programma, fate clic su “Create Volume”, selezionate “Encrypt a non-system Partition / Device” e di nuovo clic su “Next.” Sotto “Select Device”, selezionate la vostra chiave USB, inserite una password e la vostra memory stick sarà al sicuro. Comunque dovreste eseguire questa procedura prima di caricare i dati, poiché tutti i dati sulla chiave verranno cancellati durante la crittografia. Anche per accedere ai dati criptati avrete bisogno di VeraCrypt. Fate clic sul pulsante “Select Device”. Selezionate la chiave, fate clic su “Mount” e inserite la password. Con “Dismount” potete scollegare la chiave.
  2. Se possedete un PC Windows e avete installato una versione “Ultimate”, “Pro” o “Enterprise”, potete utilizzare anche le risorse integrate. Il famoso strumento di crittografia Bitlocker è incluso in Windows 7, 8 e 10 (fatta eccezione per la versione Home).

Per iniziare dovete fare clic sulla chiave in Esplora file di Windows con il pulsante destro del mouse. Sotto “Properties” trovate la scheda “General”. Fate clic su “Advanced”, attivate “Encrypt content to protect data” e confermate con “OK”. Dovreste ricevere un avviso che segnala di effettuare il backup del certificato di crittografia dei dati e della chiave: nel caso li perdeste non sareste più in grado di accedere ai dati nella directory. Pertanto fate clic su “Back up now“ (raccomandato). Nella finestra di dialogo “Security” potete impostare la password. Se compare il messaggio “File Encryption is enabled on this computer”, fate clic su “Start”, quindi su “Properties” e “System.” Sotto “Info” potete modificare le “BitLocker settings” e attivare il programma. Il riferimento alla chiave USB è in “Removable Disk – BitLocker To Go”. Per ulteriori informazioni, consultare: https://www.tomsguide.com/us/encrypt-files-windows,news-18314.htm

Questi due sono solo alcuni dei molti prodotti disponibili, ma sono i più importanti e vi permetteranno di raggiungere lo scopo senza spendere troppo denaro. Sono gratuiti!

Tuttavia, ci sono alcuni esperti che ritengono la crittografia software poco sicura. Se anche voi non vi fidate di questo tipo di crittografia, potete optare per una chiave USB con crittografia hardware. Queste chiavi includono una piccola tastiera che vi consente di sbloccare la chiave.

Ricordate però che  se perdete la vostra chiave hardware o di decrittografia, nessuno (né voi né gli esperti di data recovery) avrà la possibilità di recuperare i file archiviati sul supporto. Quindi assicuratevi di…

  • Non perdere mai la vostra chiave di decrittografia.
  • Di avere sempre un’altra copia del contenuto della chiave archiviato in un altro posto come backup di emergenza.
  • Di tenere sempre la chiave USB e la chiave di decrittografia in posti sicuri e separati quando siete in viaggio.
  • Nel caso riscontraste delle difficoltà ad accedere al contenuto, potrebbe dipendere dal fatto che la chiave è giunta alla fine della propria vita. In questo caso è meglio distruggerla. Un grande martello e diversi colpi faranno al caso vostro. Assicuratevi che nessuno possa riassemblare il controller incluso e i chip di storage. In questo caso la distruzione totale è assolutamente necessaria…
  • Nel caso non vogliate più utilizzare la chiave USB per informazioni personali, ma per altri scopi, assicuratevi di cancellare i vecchi file con un’adeguata soluzione software, come per esempio Blanco Mobile o prodotti simili. Solo in questo modo potrete essere sicuri che, in caso di perdita della memory stick, nessuno sarà in grado di ottenere informazioni personali che vi riguardino.

P.S.: dopo aver trovato l’indirizzo in uno dei documenti contenuti nel supporto, ho restituito la chiave USB al suo legittimo proprietario e gli ho dato lo stesso consiglio che ho appena dato a voi…

Copyright immagine: Maik Schwertle  / pixelio.de

https://www.pixelio.de/media/701247

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *